martedì 30 dicembre 2014

LUCIO BATTISTI - le canzoni rare




questo post lo feci già anni fa e credo pure che in quel post ci siano canzoni Battistiane che non compaiono qui

ad ogni modo seppur non completo compaiono poco sotto molte canzoni ( o versioni di canzoni alternative a quelle poi pubblicate ) che Battisti ha cantato e composto la cui peculiarità è quella di essere state poco ascoltate oppure mai neanche pubblicate, ascoltatele e vedete se le conoscevate già 

se poi ne conoscete altre con tanto di prove meglio se provviste di link ad un qualche video o comunque ad una fonte certa di cui mettere il link comunicatecelo cosicché potremo aggiungerla a questo post e renderlo esaustivo quasi o più di quello dello stesso tipo che feci anni fa in un altro blog e che non trovo più

Lucio battisti - asciuga le tue lacrime (inedito)




 Lucio Battisti - La pace (inedito con testo)



lucio battisti - girasole (inedito)


 
lucio battisti - anna (live voce e piano)




 lucio battisti chitarra e voce inedito rarissimo Orgoglio e dignità



lucio battisti - risposta (inedito)





 lucio battisti - il monolocale (inedito voce e chitarra)




 Lucio Battisti - Una giornata uggiosa voce e chitarra




 lucio battisti - l'aquila



Lucio Battisti - La folle corsa (versione inedita con musica )




 Lucio battisti - il mio bambino (voce e piano) (completa)




 Lucio Battisti- Perchè dovrei (versione completa)




 Lucio Battisti - Lei ama te (inedito)




Lucio battisti - il paradiso non é qui (inedito) etc



Lucio Battisti - Amore caro amore bello (con commento)




 Lucio Battisti - Due mondi (ripresa) voce e pianoforte



lucio battisti - quando ti lascia l'amore (voce e chitarra)




 lucio battisti - quando parlerete di me (voce e chitarra)




 Lucio Battisti - Star in a film (Provino)




 lucio battisti - windsurf windsurf (versione inedita)




 lucio battisti - hey ragazzo (inedito)




 lucio battisti - mi chiamo Antonio... (inedito con dialogo finale)




 lucio battisti - il vento (voce e chitarra inedito)





 lucio battisti - balla linda (inedito voce e piano)




 lucio battisti - 29 settembre (live voce e chitarra)



Lucio battisti - mi ritorni in mente (versione inedita)




Lucio battisti - emozioni (live inedito)



lucio battisti - arrivederci a questa sera (inedito)




 Lucio Battisti - Vendo Casa




Lucio Battisti - inedito - Baby it's you (Versione lunga)




Lucio Battisti - inedito - Lady (1978)




https://www.youtube.com/channel/UCqzWnp7p7tW2sq_9yZVXxyQ https://www.youtube.com/playlist?list=PL04710970D4E235A5
http://it.wikipedia.org/wiki/Lucio_Battisti
http://digilander.libero.it/raritalia/battistiana.htm

venerdì 19 dicembre 2014

e anche per gli UFO il 2014 sta finendo ........

Gli UFO o meglio gli alieni che guiderebbero gli stessi UFO non si sa se veramente esistono o no, nel caso esistessero comunque non si sa neanche se ci vengono realmente a visitare o no ne il perché o il percome lo faccino, alla fine possiamo dire che non sappiamo un granché sull' argomento ( il classico tubo ), si ci sono varie supposizioni . video e storie più o meno incredibili in circolazione ma nessuna di queste storie o prove documentali sono tali da poter dare  una risposta o spiegazione ultimativa alla faccenda , nessuno finora può dire con certezza che gli alieni esistono e neppure che esistono gli UFo intesi come mezzi di locomozione anche se sempre di più vi è la convinzione che ci siano altre forme di vita nell'universo cosa  tra l'altro ritenuta certa dalla scienza attuale la stessa scienza che però ci dice che la visita di codeste forme di vita aliena nel nostro pianeta è impossibile almeno per le conoscenze finora a nostra portata

comunque sia anche nel 2014 molti U.F.O. sono stati osservati in svariati luoghi dell pianeta chiamato ( da noi che l'abitiamo ) TERRA e anche per il 2014 nessuno di questi avvistamenti ha chiarito il cosa siano in realta 'sti oggetti quindi a tutt'oggi la situazione U.F,O. almeno per noi cittadini normali rimane quella di cui si è scritto ad inizio post e il credere o no nell'esistenza di alieni , ufo etc rimane ed è decisione soggettiva 

detto questo andiamo a metter alcuni video rintracciabili da chiunque su YOUTUBE o altrove la cui visione non darà come al solito risposte o certezze assolute ne parziali alla domanda de " esistono forme di vita aliene ?, gli ufo ci stanno visitando ?," etc etc servirà solo a rinforzare le certezze che ognuno di noi ha sull'argomento sia in un verso che nell'altro ( e pure tutte le altre possibilità transitorie )
**********************************************************************

ciò che la NASA vuole e non vuole farci vedere

versione corta 

 

e versione lunga


2014 NEW - Incredible (NASA) UFO Footage - 100% Real



UFO Vids From Around The World September 2014



BBC UFO Documentary New 2014 Aliens exist on the moon BEST FULL UFO SIGHTINGS LENGTH NASA






qualcosa in ITALIANo

Ufo Antico astronauta documentario italiano


Voyager - Ufo: I Potenti Confessano

mercoledì 17 dicembre 2014

macchie di colore disomogenee 15 - enigma irrisolto comprensivo di compatibilità o incompatibilità ad una serie di fattori fortuiti interni, esterni e/o casuali ovvero MAH!

la macchia di cui sotto è nata da un'osservazione fattami sulla effettiva necessita del trasporre su carta concetti di difficile interpretazione quand'anche incomprensibili per proprio diritto di nascita già prima del diventar disegno

dopo averci ragionato su almeno un paio di centinaia di secondi .ecco il lampo.. l'immagine suggerita dall'inconscio semplificata al massimo onde renderne facile la comprensione anche ai più ostici all'argomento trattato. argomento  che chiaramente si evince alla sola prima iniziale visione di quanto poi trasposto su foglio; 
chiunque vedendo il risultato riportato sul piano materiale anche se in realtà non propriamente fedele all'originale residente in memoria veloce capisce il senso e il messaggio che nel disegno viene rappresentato, non occorrono quindi spiegazione  di sorta o discussioni più o meno lunghe attinenti al disegno stesso , a quanto suggerisce o a quanto nasconde o svela dietro, davanti e/o dentro di se

quindi si lascia la fantasmagorica opera a se ponendola qui senza argomentarla in niente se non dandogli un titolo che pure nella sua futilità potrebbe non esserne l'identificativo finale in quanto soggetto a variazioni sul tema quando non anche a trasfigurazioni più o meno improvvise e inaspettate  nel tempo a venire, fin quando non si sa



anche stavolta il disegno viene postato in bassa risoluzione in quanto la macchina fotografica s'è scassata e comprarne un altra ora non si può
******************************************************************************************************************
incontro fortuito con l'autore

- o sei sempre vivo ?
macché son morto ma sotto mentite spoglie 
- e non ti si vede mai
 meglio mai che sempre 
- e del governo che ne pensi hai sentito che casino
non potrebbe fregarmene di meno
- e il lavoro come va ?
 e come vuoi che vada?
e la salute?
va non si sa come ma va
- caspita che risposte di merda
come le domande
- vabbé ci si vede ciao
bona
*******************************************************************************************
chi indovinerà l'oggetto misterioso riceverà la pantagruelica opera a stretto giro di posta direttamente a casa sua senza spese alcune se non quelle di cancelleria e spese postali più eventuali ed non quantificabili a priori imprevisti importi d'origine sconosciuta



lunedì 15 dicembre 2014

ITALIA: scorte ai politici i perché

In ITALIA sono molti i politici che girano con una scorta pagata dallo stato Italiano ( quindi da noi TUTTI ) a seguito, alcuni la hanno per motivi seri e indiscutibili mentre altri ... diciamo per motivi un un po meno seri fino ad arrivare a motivi inesistenti equiparabili a quelli di ciascun altro normale cittadino ITALIANo

ma la domanda che uno si pone è : come mai tutti 'sti politici hanno bisogno di una scorta?, è un diritto sancito dalla costituzione o dalle leggi vigenti nel Paese oppure un surplus che la politica s'è data magari con qualche ragione in tempi andati molto turbolenti ?

ed oggi tutte le persone che godono di una scorta ne hanno veramente bisogno ? 
e senza che pericolo correrebbero ?
chi le regola? etc etc 

partendo dal fatto che di questi tempi sarebbero davvero molti gli Italiani che se gli capitasse l'occasione darebbero volentieri anche solo un piccolo schiaffetto ad un politico a scelta a portata di mano ciò non vuol dire che allora qualsiasi membro della politica abbia bisogno di una scorta perlopiù pagata dal popolo anzi, escluso i casi in cui la scorta effettivamente necessita e quelli delle personalità più alte della rappresentanza politica Italiana gli altri potrebbero sicuramente farne a ameno o nel caso avessero manie di persecuzione , paura etc pagarsela di propria tasca così come fanno i restanti cittadini con le stesse problematiche

comunque per saperne e capirne di più abbiamo fatto come al solito una piccola ricerca sul web , sotto i risultati ....

alcuni dati dal mondo

Negli Usa hanno diritto ad una scorta permanente presidente e vicepresidente. 
In Germania il capo dello Stato, il presidente del Bundestag e i ministri. 

In Francia il Presidente dell’assemblea nazionale e quello del Senato. 
etc. etc 

A CHI SPETTA LA SCORTA IN ITALIA E PERCHE’?

 Austria e Danimarca i paesi meno scortati, seguono Francia e Inghilterra. 
In Italia sono circa 585 le personalità sotto scorta, di cui 411 con auto blindata


Passeggiando per le vie del centro se ne possono vedere a centinaia: Audi, Wolkswagen, Mercedes. Le auto blu sono dappertutto nel centro di Roma. Se ci si avvicina, poi, ai palazzi del potere, è ancora più facile incontrare baldi giovani vestiti di tutto punto, in giacca e cravatta, attrezzati con auricolari e woki-toki. Sono le scorte che “proteggono” i nostri politici e uomini di potere, che dovrebbero proteggerli dalla criminalità organizzata e dal terrorismo. Ma andando a guardare più da vicino, molti di coloro che ne godono, non sanno neanche dell’esistenza di minacce terroristiche o criminali. Infatti non si capisce per quale motivo, alcuni di loro, dovrebbero temere questo pericolo, loro che non si sono mai schierati contro la criminalità organizzata, loro che in più di una occasione ci hanno convissuto con la criminalità organizzata, magari li hanno anche difesi in tribunale, o si sono abbassati a scambi di favori. Che senso ha dare la scorta ai presidenti delle regioni, a semplici parlamentari, a ex ministri, agli stessi ministri se non sono sotto una minaccia specifica? Queste scorte vengono pagate con i soldi dei contribuenti italiani e per cui c'è un dispiego di forze dell'ordine probabilmente un pò spropositato. È difficile in realtà capire quanto effettivamente costino le scorte ai cittadini , sembra ci sia un alone di mistero. Il ministero degli Interni non ha mai fornito numeri precisi e forse non li conosce nemmeno. Da alcune indagini e ricerche sembrerebbe che sono circa 585 le personalità sotto scorta, di cui 411 con auto blindata.

Una “lista di priorità”

Ma ci si può tranquillizzare, perché esiste una "lista di priorità" degli scortati, suddivisa in livelli. Il primo livello, è concesso a 16 personalità e consiste in due o tre auto blindate con 3 agenti per auto. Il secondo livello, invece, prevede due auto blindate con 3 agenti ciascuna ed è assegnato a 82 personalità. Una sola blindata con 2 agenti a 312 personalità per il terzo livello. L'ultimo prevede un'auto non blindata con 1-2 agenti, dato a 174 personalità. Ma chi usufruisce dell'auto blindata? Per lo più magistrati e politici; in minima parte anche giornalisti, pentiti, sindacalisti e presidenti di regione e sindaci. Le forze dell'ordine impiegate per la sicurezza di queste personalità sono principalmente agenti di polizia e carabinieri, ma c'è anche un alto numero di circa 400 uomini della vigilanza, impiegati come bodyguard. Per citare solo alcuni che godono di questo servizio: il presidente della Lazio Claudio Lotito, l'ex ministro Paolo Cirino Pomicino, per altro condannato in via definitiva per corruzione che ha una guardia giurata e un'auto blu, i coniugi Mastella, Clemente e Alessandra Lonardo, rinviati a giudizio per aver recepito tangenti. Tra i giornalisti saltano all'occhio Vittorio Feltri, Bruno Vespa, Emilio Fede e Maurizio Belpietro, nonostante un'inchiesta giudiziaria abbia accertato che quest'ultimo non subì mai l'attentato denunciato dalla sua guardia del corpo. Ci sono, poi, i casi in cui la sicurezza dura tutta la vita, la così detta scorta eterna, di cui ne godono: l’ex ministro della Giustizia, Oliviero Diliberto che ha a disposizione autista e agente, l’avvocato ed ex deputato Carlo Taormina che gira con quattro uomini, mentre sono cinque gli agenti per l’ex sottosegretario Mario Baccini. Ma a questi si possono aggiungere gli ex presidenti di Camera e Senato, come Marcello Pera, Fausto Bertinotti e Pier Ferdinando Casini che sono sempre sotto controllo. E, in dolce sin fundo, come non citare Claudio Scajola, l'ex ministro che negò la scorta a Marco Biagi, che fu poi assassinato dalle Nuove Brigate Rosse nel 2002.
Proprio a lui, all’ex ministro dell’Interno Claudio Scajola, spettano otto poliziotti e due blindate. Niente a che vedere con i 18 agenti e le quattro auto che difendono il governatore della Sicilia, Raffaele Lombardo. Mentre personalità come il sacerdote Pino Puglisi e il giornalista Beppe Alfano non avevano la scorta e infatti sono stati uccisi dalla mafia, lasciati soli come tanti altri minacciati da pericoli quotidiani eppure non tutelati dallo Stato.


Il nodo delle revoche e il confronto con l’Europa

Una volta alcuni politici a rischio la scorta la sopportavano a mala pena perché gli era imposta per la reale incolumità della loro vita e del loro lavoro. Ora la scorta i politici che non corrono alcun rischio la vogliono. La pretendono e se non gliela danno fanno il diavolo a quattro. 
Senza scorta si sentono come un generale senza medaglie e non hanno nulla da mostrare e dimostrare. 
Un altro dato reso noto è che, negli ultimi anni, lo Stato ha investito 120 milioni di euro per comprare più di 600 Bmw e più di 100 Audi e un’ottantina di Audi A8 e Bmw 7, nei garage pubblici ci sono Lancia Thesis e Lybra, decine di Alfa 164, Fiat Corma e qualche Subaru Legacy. 
Ma oltre al grave problema dell’assegnazione della scorta, ce n’è un altro ben più grave, quello delle revoche! Sembrerebbe, infatti, che l'assegnazione della scorta avviene attraverso una valutazione della gravità del rischio e non v'è dubbio che, quando l'assegnazione avviene, una necessità esiste. Ma il vero problema riguarda la revoca, ovvero il momento in cui questo rischio cessa e si dovrebbe procedere all'interruzione del servizio, perché il pericolo non esiste più o perché la persona ha cambiato incarico . A questo punto sembra intervenire una specie di meccanismo di resistenza da parte della persona , così spesso si prosegue in un servizio che non ha più ragione di esistere.
Ed è qua che cominciano gli sprechi. Gli ex presidenti di Camera e Senato, per esempio, hanno diritto a mantenere auto blindata e angeli custodi, anche se hanno ormai lasciato la politica: è accaduto con Irene Pivetti e Carlo Scognamiglio come per altri, accompagnati a spese dello Stato persino a mangiare la pizza o a partecipare a un convegno. Ma se guardiamo ai nostri vicini e alle altre capitali europee, la situazione è drasticamente diversa. Il governo danese è avanti su tutto rispetto a noi! Innanzi tutto le recenti elezioni hanno portato al potere una coalizione di socialdemocratici, di una sinistra più radicale e liberale, per lo più affidato nelle mani di una donna di 42 anni che ha scelto a sua volta altre 9 donne e in più ha due ministri di 26 e 28 anni rispettivamente assegnati alle finanze e alla sanità. Inoltre subito dopo l’elezione sono andati dalla loro Regina in bicicletta, attraversando in fila indiana il centro di Copenaghen e la meravigliosa piazza centrale pedonale. Ovviamente l’avvenimento in Italia è stato ignorato dalle nostre televisioni. Il nostro capo di governo potrebbe sfigurare, considerato che quando fa qualche passo a piedi è circondato da circa 31 uomini della scorta e 16 automobili di cui 13 sono blindate. Ma anche l’Austria viaggia sullo stesso binario della Danimarca ed è ugualmente da lodare. Infatti Reinhold Lopatka, sottosegretario alle infrastrutture, ha ricevuto molte mail e lettere di minaccia da sconosciuti. L’esponente politico, infatti, conduceva da mesi una battaglia contro i privilegi dei ferrovieri austriaci, una corporazione che gode di grandi benefici come nessun’altra in Austria e gli fu consigliato di munirsi di scorta, ma lui si è rifiutato accettando solo alcuni consigli su come proteggersi. Neanche da paragonare, insomma, alla doppia scorta di alcuni dei nostri politici. Va sottolineato che in Austria, di politici sotto scorta, ce ne sono soltanto due: il presidente della Repubblica e il cancelliere federale. Per nessun altro uomo pubblico lo Stato austriaco ha disposto un servizio di protezione analogo. Heinz-Christian Strache, leader della destra nazionalista, ha una scorta privata, pagata dal suo partito. Una scorta privata vigila anche sulla vita di Ariel Muzicant, presidente della Comunità ebraica, spesso preso di mira da fanatici neonazisti. Persino il palazzo della Cancelleria, nella Ballhausplatz, o quello del Ministero degli interni, nella Herrengasse, non sono protetti da uomini armati. Potete entrare fin nell’androne, prima che qualcuno vi si avvicini per chiedervi cortesemente che cosa desiderate. Anche in Francia e Inghilterra molti degli esponenti politici che usufruiscono del privilegio delle bodyguard, le pagano privatamente, mettendo mani al proprio portafoglio. Insomma altra politica, altri paesi, altra Europa, altri cittadini, solita Italia.


Lista di priorità. Primo livello: due o tre auto blindate con 3 agenti. Secondo livello: due auto blindate con 3 agenti ciascuna. Una sola blindata con 2 agenti per il terzo livello. L'ultimo prevede un'auto non blindata con 1-2 agenti.

articolo di Emanuela Maisto pubblicato al Link seguente - poliziaedemocrazia
*******************************************************************************************************

La scorta della Boldrini ci costa un milione l’anno

Ecco quanto spendiamo per il piccolo esercito che vigila sulla «Regina della Camera»


È la donna più scortata d’Italia, quindi d’Europa e, forse, del mondo. Un paradosso per chi, subito dopo la sua elezione alla terza carica dello Stato, aveva dichiarato lapidaria: «Ho chiesto di non avere la scorta. Non ho paura di camminare per Roma. Non ho paura di andare da casa in ufficio. Può accadere qualsiasi cosa in qualsiasi momento, ma questo vale per chiunque».



*************************************************************************************************************

SCORTA/ 600 beneficiari tra giornalisti, ex ministri, condannati o sotto processo. E molti ci vanno al mare


In Italia, secondo gli ultimi dati, girano con sirena e lampeggianti 584 personalità, scortate da più di 2 mila agenti. Una spesa colossale (1 miliardo e 99 milioni di euro l’anno) che, stando alla spending review, dovrebbe essere tagliata.


**************************************************************************************************

La figlia di Scalfaro scortata a vita


Il padre lasciò il Quirinale nel 1999. A Marianna resta garantita la sorveglianza (a nostre spese). Per quale motivo?

http://www.ilgiornale.it/news/politica/figlia-scalfaro-scortata-vita-1064289.html
*******************************************************************************************
ARRIVANO I TAGLI ALLE SCORTE MA E’ POLEMICA

http://www.poliziaedemocrazia.it/live/index.php?domain=archivio&action=articolo&idArticolo=2792
******************************************************
http://triskel182.wordpress.com/2014/02/17/piu-scorte-per-tutti-emiliano-liuzzi/

********************************************
dice che in molti vorrebbero la scorta per evitare accadimenti come quelli di cui nei video sotto se fosse davvero così allora non farebbero prima a tornare cittadini normali ?.



domenica 14 dicembre 2014

disegni senza senso 7 - tutto non è come sembra ( i will comeback )

ed eccoci al consueto appuntamento col disegno senza senso che in tanti aspettavano; molti non vedevano l'ora che arrivasse mentre altrettanti e in questo caso in numero esponenzialmente molto più alto, non solo se ne fregavano altamente sia prima che dopo  di vederlo o aspettarlo ma anche se ne avessero avuto notizia ugualmente se ne sarebbero disinteressati in quanto ostici al perder tempo in facezie simili.

Stavolta il disegno senza senso appare qui in forma non completa in quanto il foglio su cui si trova ha dimensioni leggermente più grande dello scanner usato ed altri metodi di acquisizioni non erano al momento contemplati



curiosità 

il disegno senza senso sopra è in realtà anche uno scarabocchio complesso ed in più contiene anche una piccola macchia ... t'ha capì ?

come al solito chi indovinerà il numero esatto di oggetti cose , persone etc contenuti  nel fantasmagorico scarabocchio complesso/disegno senza senso ( con macchia )  si aggiudicherà il foglio su cui il disegno stesso si trova 

il tutto sarà spedito al fortunato vincitore ?

n.b.
una volta venutone in possesso il vincitore potrà farne l'uso che più riterrà opportuno tranne il ritornarlo al mittente e/o autore pena un sacco di imprecazioni a lui rivolte tra cui alcune realmente pese e gravi

NOVITA' - PROVA TECNICA

altro disegno similare



************************************************************************************************************
ATTENZIONE !!!  ATTENZIONE !!!  ATTENZIONE !!!  ATTENZIONE !!!

la canzone che sentite non proviene dall' "ADE" ma dal player sottostante, se vi da noia potete stopparla interagendo col comando apposito sennò sentitela tutta , il player la eseguirà un'unica volta , questo ogni volta che aprirete questo post o la pagina in cui questo post si trova



il canto della cometa - il libro dei morti e altre facezie

La misteriosa “melodia” registrata sulla cometa 67P 


Il 12 novembre 2014 la sonda spaziale Rosetta ha rilasciato il modulo Philae, che dopo essersi posato sulla superficie della cometa 67P, ha iniziato ad inviare le prime immagini spettacolari. Da quel momento le ipotesi e le teorie ipotizzate sono state diverse e di vedute differenti. Alcuni esperti credono che la cometa 67P possa essere una base aliena, principalmente dopo aver ascoltato misteriosi segnali.


Secondo la versione ufficiale dell’ESA ( Agenzia Spaziale Europea ) questi suoni sarebbero prodotti dal rilascio di particelle neutre nello spazio che si caricherebbero elettricamente attraverso un processo chiamato ionizzazione. È realmente questa la verità?
Image and video hosting by TinyPic
I teorici della cospirazione non credono a questa versione offerta dall’ESA, convinti che possa trattarsi di una manovra effettuata per nascondere la verità. Inoltre alcuni esperti sostengono che la NASA sembra ricevere questi segnali da almeno 20 anni.

La melodia misteriosa che proviene dalla cometa 67P

Come pubblicato dal “ The Inquisitr News”, Scott Waring, noto ricercatore Ufo, ritiene che la vera ragione della missione Rosetta sia quella di scoprire l’origine di questi segnali inspiegabili. L’ESA ha dichiarato di voler indagare sulla provenienza di questi segnali, che sembrano ricordare il film “Incontri Ravvicinati del Terzo Tipo” di Steven Spielberg.

La dichiarazione dell’ESA dello scorso 11 novembre dice questo: “La cometa sembra emettere un canto sottoforma di oscillazioni nel campo magnetico intorno alla cometa. Questa oscillazione è di 40-50 milahertz, quindi ben al di sotto dell’udito umano, e per renderla udibile abbiamo dovuto aumentare il volume della registrazione.”
2n1e0p3



Il caso si è fatto ancora più interessante quando il ricercatore Scott Waring ha dichiarato di aver ricevuto una presunta e-mail da uno scienziato dell’ESA, nella quale veniva svelato che la cometa 67P non è realmente una cometa ma un sofisticato meccanismo alieno. Questo spiegherebbe infatti la scelta dell’agenzia spaziale di spendere miliardi di euro per costruire e inviare una navicella spaziale in un viaggio di 12 anni.

Possibile che lo scopo sia solamente quello di ottenere immagini e dati da una semplice cometa che fluttua nello spazio?
Scott Waring ritiene che questo suono misterioso sia una sorta di comunicazione da parte di esseri extraterrestri. “Secondo me questo non è un codice, probabilmente si tratta di comunicazioni tra le varie razze aliene. Probabilmente è il loro modo di comunicare e noi abbiamo bisogno di sapere e comprendere i loro messaggi.”
Image and video hosting by TinyPic
Nel frattempo alcuni scienziati hanno fortemente negato che la NASA abbia ricevuto segnali extraterrestri, ed hanno inoltre rilevato l’autore dell’email incriminata. Per gli scienziati questi fatti hanno reso la missione Rosetta ai livelli del caso di Roswell, a causa del numero delle teorie cospirative che la circondano.
Image and video hosting by TinyPic

La realtà è che molti teorici della cospirazione, dopo aver ricevuto le prime immagini dalla sonda Philae, hanno notato l’esistenza di diverse strutture anomale e la presenza di oggetti misteriosi sulla superficie della cometa. La NASA e l’ESA ci stanno nascondendo la verità sulla reale natura della cometa e sui suoni misteriosi? Esiste una spiegazione razionale per questo strano fenomeno?
fonte

restando in tema ....

Rosetta, l’acqua della Terra non viene dalle comete

I dati acquisiti da uno strumento a bordo della sonda Rosetta escludono le comete come traghettatori dell’acqua sul nostro pianeta. Più probabili gli asteroidi

fonte e continuazione


************************************************************************************************
Retina in 3D creata in laboratorio

A partire da cellule staminali umane, un team di ricercatori della Johns Hopkins University ha creato in laboratorio un complemento tridimensionale di tessuto retinico, con fotorecettori sensibili in grado di rispondere alla luce (in modo analogo ai bastoncelli umani), il primo requisito fondamentale per poterla convertire in immagini visive.

Come molti altri processi del corpo umano, la visione è legata a diversi tipi di cellule, che in questo caso lavorano convertendo la luce in qualcosa che, il cervello, riconosce poi come un’immagine. Come sottolinea M. Valeria Canto-Soler, una degli autori dello studio, i fotorecettori sono tuttavia solo una parte del complesso percorso occhio-cervello, e la ricerca non è ancora riuscita nell’intento di ricreare tutte le funzioni visive fino alla corteccia cerebrale. Lo studio, pubblicato su Nature Communications, rappresenta il primo passo della ricerca per aiutare le persone colpite da malattie della retina, come la retinite pigmentosa. Futuri sviluppi potrebbero permettere la sperimentazione, in quest’ambito, su tessuti generati a partire da cellule umane e non su modelli animali.

Gli scienziati sono partiti da esperimenti con cellule staminali pluripotenti indotte umane (iPS), cellule adulte geneticamente riprogrammate per portarle al loro stadio più primitivo. In determinate condizioni, le iPS possono svilupparsi in tutti o quasi i 200 tipi di cellule del corpo umano; nello studio della Johns Hopkins, i ricercatori le hanno usate per generare cellule progenitrici della retina, destinate a formare il tessuto fotosensibile all’interno dell’occhio. Il team di Canto-Soler ha così visto crescere una retina in laboratorio, all’interno delle piastre petri. Lo sviluppo del tessuto, spiega il leader dello studio Xiufeng Zhong, procedeva alla stessa velocità con cui avviene nel feto all’interno dell’utero. I fotorecettori, inoltre, erano sufficientemente maturi da sviluppare i segmenti esterni, strutture essenziali per svolgere la loro funzione.

Il tessuto retinico è molto complesso e formato da sette tipologie principali di cellule, tra le quali sei diversi tipi di neuroni, organizzati in specifici strati cellulari che assorbono e processano la luce, trasmettendo i segnali visivi al cervello dove vengono interpretati. “Sapevamo che era necessario ricreare una struttura tridimensionale della retina umana”, spiega Canto-Soler, “ma quando abbiamo iniziato lo studio, non pensavamo che le cellule staminali sarebbero state in grado di originare una retina quasi autonomamente. Nel sistema, in qualche modo le cellule sapevano cosa dovevano fare”.

Crediti immagine: shutterstock.com


oggiscienza.wordpress.com

a compendio ...

ma cos'è la rètina ?


La rètina è la membrana più interna del bulbo oculare, è la componente fondamentale per la visione essendo formata dalle cellule recettoriali, i coni e i bastoncelli, responsabili di trasformare l'energia luminosa in potenziale elettrico
Presenta uno spessore variabile da 0,4 mm in dietro e 0,1 in avanti

Nel complesso forma tutto il rivestimento interno del bulbo oculare, dal punto di entrata del nervo ottico al margine pupillare dell'iride

link utili

http://www.datamanager.it/news/nanotecnologie-costruita-la-prima-retina-provetta-57186.html
link 2
http://albertobellone.it/retina/

*******************************************************************************
il libro dei morti


Il Libro dei morti è un testo sacro egizio. Si compone di una raccolta di formule magico-religiose che dovevano servire al defunto per proteggerlo e aiutarlo nel suo viaggio verso l'aldilà, che si riteneva irto di insidie e difficoltà.


http://www.luoghimisteriosi.it/piemonte_torinoegizio.html http://it.wikipedia.org/wiki/Libro_dei_morti
http://www.anticoegitto.net/libromorti.htm
http://www.anticoegitto.net/vangelodiosiride.htm

versione pdf del libro dei morti

http://digilander.libero.it/fab655/Il%20libro%20dei%20morti%20degli%20antichi%20egizi.pdf



i post degli altri - Dicembre 2014 - i Catari

i post dai blog ----- dai forum ------ dai newsgroup  ------ dai ...... insomma i post dal WEB -----


rubrica a costo zero in cui compare uno o piu' post presi pari pari da uno dei numerosi blog etc. etc. presenti su internet .
per avere il grande onore di apparire su questa rubrichetta ( che dice diventerà mitica intorno al 2023 ( il post deve essere esaustivo e avere una benchè minima utilità inoltre deve attrarre la mia curiosità e passare indenne attraverso le grandi manovre della censura prepubblicazione del noto dicitore etc etc Angiò di Pallevizze .
_______________________________________________________________________________

I Catari: eretici, pacifisti o  fanatici pericolosi


I Catari: il loro nome significava Puri. Erano detti anche Albigesi, dalla città di Albi. 

Apparvero sulla scena europea all’inizio dell’anno Mille, erano cristiani ma gnostici e quindi eretici agli occhi della Chiesa Cattolica. 
Nato nel Midi della Francia, il catarismo si diffuse con grande velocità in tutta Europa, fu di certo una reazione legittima alla politica ipocrita dei padri della Chiesa. Se i Vangeli predicavano la povertà e l’amore per il prossimo, perché il clero non viveva secondo tali precetti? Come un fulmine a ciel sereno, la potente eresia minacciava di sconvolgere l’intera Cristianità, 


cosa fare per debellarla? Unicum nella storia dello gnosticismo, il movimento cataro rappresentò una seria minaccia alla sopravvivenza della Chiesa Cattolica, bisognava eliminarlo a tutti i costi, ma come? e poi, da dove venivano questi eretici?, che cosa predicavano esattamente? 
I Catari irruppero nella letteratura antica nel 1022, ma solamente dopo il 1140 i teologi si resero conto della portata di questa eresia. Il primo ecclesiastico a prendere posizione contro i Catari fu Petrus Venerabilis, abate di Cluny, in un trattato.
Mentre il primo documento di evidente preoccupazione e ripensamento nei riguardi del catarismo di per sé, è una lettera di Everwin von Steinfeld a Bernardo di Chiaravalle, scritta tra il 1143 e il 1144. Everwin aveva interrogato personalmente alcuni degli eretici ed, essendo piuttosto perplesso, chiese consiglio a Bernardo. Anche Bernardo aveva preso per ben due volte la parola contro i Catari, in una lettera e in una predica sul Cantico dei Cantici. Li accusava di essere orgogliosi ipocriti. Allo stesso tempo, però, li difendeva dinanzi all’intransigenza della Chiesa, testimoniando i loro buoni propositi e la loro buonafede. Se Bernardo fosse stato ancora in vita all’epoca delle crociate contro gli Albigesi, probabilmente queste non avrebbero avuto luogo.

Inizialmente i Catari erano per la maggior parte contadini e laici illetterati. Più tardi ci fu una trasformazione del movimento che, penetrato in altri strati sociali più alti e divenuto una vera e propria setta religiosa, dalla Bulgaria aveva raggiunto Bisanzio, poi la Bosnia, e da lì si era diffuso in Europa. Nella Francia meridionale, ad Albi, fu eletto un vescovo cataro. In Italia il movimento si propagò a partire dalla Lombardia e giunse fino a Napoli. I Catari erano detti i poveri di Cristo e vivevano peregrinando, digiunando e pregando, praticando lavori manuali.

La loro dottrina si presenta piuttosto complicata a causa delle diverse tendenze in seno al movimento stesso, vediamo una spiegazione in sintesi. 
Questi gnostici si ritenevano originariamente abitanti celesti, dopo essere stato scacciato dal cielo Lucifero aveva corrotto altri angeli, trascinandoli con sé fin sulla terra, questi angeli incarnavano le anime degli uomini perciò, secondo i Catari, l’uomo non nacque originariamente dalla terra, ma dal cielo. L’uomo era un angelo caduto.



 I Catari pensavano che il mondo materiale appartenesse invece a Satana, il Rex mundi, egli aveva creato il sole, la terra, l’aria… l’uomo, i conseguenza il mondo materiale era per sua natura diabolico il Diavolo aveva creato l’effimero e il visibile; Dio ciò che era invisibile, come l’anima, e immortale.

Ma se il Diavolo aveva creato il mondo materiale, ciò significava per i Catari che Jahve, Dio della Genesi e creatore della materia, era il Diavolo stesso; Per questo motivo i Catari rifiutavano il Vecchio Testamento, consideravano Mosè e David schiavi di Satana, e lo stesso valeva per tutti i patriarchi biblici, in particolare Mosè incarnava l’immagine di un mago malvagio, olo più tardi, nel XIII secolo, il radicale cataro Giovanni di Lugio cominciò a parlare di un mondo intermedio situato tra il cielo e la terra. In questo ambito di Lugio collocò il Vecchio Testamento con i suoi patriarchi ispirati da un Dio buono.



In ogni caso il compito dei Catari sulla terra era quello di fare penitenza per i propri peccati. Una volta terminata la loro esistenza umana, sarebbero stati liberi e quindi saliti al cielo. I cosiddetti perfetti, coloro che seguivano le regole di vita nel modo più rigoroso praticando castità, digiuni e penitenze, sarebbero saliti subito al cielo, gli altri avrebbero continuato a reincarnarsi fino a che non avessero raggiunto la perfezione e poi, a loro volta, il cielo.
Secondo il codice morale cataro, l’atto sessuale veniva condannato anche fra coniugi, perché per mezzo di questo gli esseri viventi mettevano al mondo nuovi schiavi di Satana. Di conseguenza la donna, originariamente, rappresentava il pericolo della tentazione e veniva respinta come impura. 



Più tardi questo atteggiamento nei confronti del sesso femminile cambiò, perché proprio le donne costituivano il maggior numero dei seguaci catari. Inoltre la posizione della donna nel Midi era spesso importante, molte erano le ricche nobili che seguivano il movimento. Non sarebbe stato vantaggioso respingere le colonne portanti del catarismo.
Anche per quanto riguardava i pasti, i Catari avevano le loro regole. Inizialmente rifiutavano sia la carne che il vino, questo divieto fu più tardi rimosso. Si mostravano assolutamente contrari a tutte le forme di violenza: alcuni animali non potevano essere uccisi perché forse erano l’incarnazione di anime degli angeli caduti. Uccidere un uomo era vietato in ogni caso, anche in seguito a un’aggressione, anche per difesa. Erano pacifisti, non usavano le armi. Le crociate condotte contro questi eretici su istigazione della Chiesa, che costarono la vita di migliaia di uomini donne e bambini disarmati, appaiono in questa luce ancora più scandalose.


Per ciò che riguardava i rituali della setta, la preghiera ebbe sin dall’inizio un ruolo importantissimo. Si pregava più volte al giorno. Le orazioni più importanti erano il Padrenostro e l’Ave Maria. Ma solo i perfetti potevano recitare queste due preghiere, i credenti dovevano accontentarsi di formule più semplici. Tipico rituale cataro era poi il consolamentum. La cerimonia permetteva al novizio di far parte degli angeli caduti che sarebbero tornati al cielo. Il consolamentum era preceduto da un periodo di preparazione molto lungo che comprendeva un anno di digiuno chiamato endura. Seguiva un periodo di prova e poi il novizio veniva presentato alla comunità.


Per praticare loro rituali, i Catari si riunivano dappertutto: in stalle, cantine, boschi, stanze sotterranee, capanne, case dei credenti e, raramente, anche nelle chiese. A volte si riunivano di giorno, a volte di notte. Non avevano giorni festivi fissi. Una volta al mese si celebrava una messa detta servitium che constava di una predica, la lettura del Vangelo e il rito della divisione dei pani. Questi pani, dopo la recitazione del Padrenostro, venivano divisi tra tutti i presenti ma sicuramente non avevano niente a che fare con la consacrazione del corpo di Cristo. Il significato intrinseco della cerimonia doveva essere un altro.
Molti si convertirono al catarismo, anche dei prelati, e diversi nobili protessero la setta, soprattutto nel Midi che era il territorio più liberale, più acculturato e lontano dal cattolico re di Francia. Nel 1209 ebbero inizio le crociate contro gli Albigesi indette da papa Innocenzo III. La prima città distrutta fu Béziers che cadde in preda alle fiamme. Gli abitanti furono massacrati senza distinzione alcuna fra cristiani ed eretici, uomini, donne o bambini. Poi fu la volta di Carcassonne. Le crociate durarono per circa trent’anni. La crudeltà era sempre stessa. Nel 1244 ebbe luogo l’assedio di Montségur, fortezza pirenaica che rappresentava l’ultimo bastione della resistenza catara.



I crociati ebbero il sopravvento sugli eretici e concessero agli assediati quattordici giorni di tregua. E qui inizia la leggenda. Si dice che durante la notte prima del giorno della resa quattro Catari siano riusciti ad allontanarsi nascostamente dalla fortezza e a passare le file nemiche. Essi avrebbero portato con sé il tesoro della setta. Alcuni ipotizzano che si trattasse del misterioso Graal. Di più non sappiamo. La storia, invece, è più prosaica e anche più terribile: alla fine della tregua il castello fu conquistato e duecento Catari disarmati, tra cui donne e bambini, vennero bruciati in un rogo ai piedi del monte. Ancora oggi esiste una lapide a Montségur per commemorare l’insensato massacro.


fonte : storia-controstoria.
********************************************************************************************************************
LINK utili ****  LINK utili ****  LINK utili ****  LINK utili **** 
http://it.wikipedia.org/wiki/Catarismo
http://www.mondimedievali.net/medioevoereticale/eresiacatara.htm
http://www.templaricavalieri.it/catari.htm
http://www.luoghimisteriosi.it/lombardia/garda-catari.html
************************************************************************************************************************
materiale YOUTUBE  ******   materiale YOUTUBE  ******  materiale YOUTUBE  ****** 

La storia dei catari, sterminati dalla chiesa cattolica romana


********************************************************************************

Lo sterminio dei Catari (Atlantide-  la7)





venerdì 12 dicembre 2014

OGGI SCIOPERO

OGGI SCIOPERO ...... 


 





PER CHI NON SAPESSE COSA SIGNIFICA LA PAROLA SCIOPERO

IN BREVE

Lo sciopero indetto dai sindacati è la forma di protesta tradizionale: in questo modo, negli anni ’60 e ’70 si sono ottenuti tutti i diritti dei lavoratori che gli ultimi governi stanno smantellando.

LO SCIOPERO SOCIALE

Sciopero sociale vuol dire incrociare le braccia, riappropriarsi con nuove pratiche di un diritto, quello allo sciopero, che ci è stato tolto, non dev'essere per forza indetto da un  sindacato ma bensìcché anche da associazioni etc


it.wikipedia.org/wiki/Sciopero
www.la-politica.net/archivio/archinformazione/arch0052.htm
http://scuola.repubblica.it/campania-benevento-lsguardiasanframondi/2012/lo-sciopero%E2%80%A6che-cos%E2%80%99e-2/
http://popoffquotidiano.it/2014/11/10/14n-ma-che-cose-lo-sciopero-sociale/

giovedì 11 dicembre 2014

pulitura pennelli 4 .- ZOMBI ?

la pulitura pennelli 4  -  ZOMBI? è la diretta conseguenza della macchia disomogenea 14,  è anche dalla pulitura dei pennelli e dai colori che erano avanzati dal fare quella macchia che difatti è nata, è cresciuta e finita

inizialmente e come al solito era composta da solo "strusciate " di pennello in varie tonalità e poco altro e solo una volta terminata la macchia numero 14 ha preso forma 

bisogna anche dire che questa pulitura pennelli 4 è ulteriormente legata alla macchia 14 in quanto si trova esattamente nel retro dello stesso foglio su cui la macchia 14 si trova  ( o viceversa ) 

la verità vera è che in effetti essendo la macchia 14 stata fatta in più riprese i pennelli mano a mano usati venivano puliti in un ulteriore foglio a parte ma  provati o strusciati anche  nel suo retro

fatto sta che alla fine 'sto retro era tutto un casino di segni e pulitura di pennelli  poco piacevole da vedere così una volta finito la macchia 14 ho usato i colori avanzati per dargli una qualche forma .
il tutto è durato un 5 minuti abbondanti finiti i quali i colori avanzati erano finiti e la pulitura pure 

Il personaggio che vi appare è una specie di zombi mezzo vampiro e non si sa cos'altro le cui sembianze mi assomigliano un pochino anche se guardandolo meglio forse neanche poi tanto



la pulitura pennelli per ora è stata postata in versione a bassa risoluzione dato che si teme che qualche astante nel vederla si pigli paura quand'anche  gli venisse un colpo li dove si trova , più in la sarà postata in versione ad alta risoluzione il quando ciò avverrà lo sapremo sicuramente il giorno stesso che apparira qui

stavolta non è possibile fare per questa stupefacente opera nessuna offerta o gioco a premi in quanto essendo la stessa stata effettuata per  la macchia disomogenea  numero quattordici che si trova dal lato principe del foglio in cui la pulitura 4 è stata eseguita ed essendo sta pulitura indiscindibile da essa ne risulta che chiunque dovesse aggiudicarsi quella macchia riceverebbe per forza di cose anche 'sta pulitura di pennelli, il come poi attaccarle ad un eventuale parete o piano che sia tutte e 2 e contemporaneamente sarà un problema per chi se lo aggiudicherà , sempre che qualcuno se l'aggiudicherà mai ) che a noi non interessa per niente se non di meno

fine ?