mercoledì 31 luglio 2013

le piante da giardino più diffuse

            -------------- LA GRAMIGNA ---------------



oggi parleremo dii una pianta da giardino molto facile da coltivare , anche gli incompetenti più assoluti in materia riuscirebbero a coltivarla e con successo è così facile da coltivare etc che il più delle volte non necessita neanche di essere seminata tanto meno custodita e potata , questa pianta è la GRAMIGNA , un erba infestante che cresce in quasi tutti  terreni possibili siano essi in pianura , montagna, su vaso etc. praticamente la Gramigna riuscirà ad attecchire , crescere e riprodursi fino a riempire ogni luogo alla sua portata ovunque sia presente del terreno accontentandosi se è il caso anche di poca polvere

la gramigna ha radici abbastanza profonde e crea delle zolle di buona fattura molto adatte ad essere usate come proiettili in una ipotetica guerra ecologica

è un erbacea poco amata dall'essere umano mentre nel regno animale è ben vista , le pecore , ad esempio., se la mangiano fino quasi a scoppiare , lo stesso le mucche e anche moltissime altre specie animali. l'uomo non la ama e tende a estirparla per il carattere aggressivo che la GRamigna ha di suo difatti con la sua crescita e proliferazione danneggia i raccolti di altre piante quali grano, avena etc  ed è per questo che l' uomo non la ama

comunque sia questi gli accorgimenti per avere sempre una bella Gramigna in giardino o altrove da far invidia ai vicini e pure ai lontani

primo concimarla , non troppo spesso, ma concimarla con concime apposito , quindi annaffiarla quel tanto che occorre o poco più, una volta che a pianta ha portato a maturazione il seme e questo è stato portato via dal vento tagliarla ad un altezza congrua , questo basterebbe ad avere una bella GRAMIGNA da far invidia a chiunque comunque niente vieta di dedicargli più attenzione , una precauzione però prendetevela e cioè non esagerate a concimarla e curarla o almeno quando vedete che la GRamigna vi stà sotterrando balconi etc o addirittura la casa sfoltitela un pù ne avrete sollievo sia voi che la GRamigna stessa che una volta sfoltita renderà ancora più vigore
***********************************************************************************************

 ma vediamone qualche aspetto botanico o no prelevando le informazioni al riguardo direttamente da internet


 La Gramigna (Cynodon dactylon (L.Pers.1805) è la pianta infestante più conosciuta al mondo. È della famiglia delle graminacee, molto competitiva, presenta un esteso apparato radicale, che può arrivare a 2 metri di profondità. Viene anche utilizzata in tappeti erbosi con clima caldo, vista la sua elevata resistenza al calpestamento. Volgarmente è anche conosciuta con il nome di erba canina. Nonostante sia una graminacea, le proprietà allergeniche dei suoi pollini si distinguono dalle altre piante della famiglia.
CONTINUAZIONE E FONTE : http://it.wikipedia.org/wiki/Cynodon_dactylon
*************************************************************************************************

La gramigna: una pianta infestante che diventa anche farmaco e alimento


Elytrigia_repensSe c’è un’erbaccia che i contadini considerano nemica, questa è proprio l’erba chiamata popolarmente gramigna, di cui esistono due specie, chiamate Elytrigia repens e Cynodon dactylon, diverse dal punto di vista botanico, ma con proprietà simili. La prima (nella foto qui a sinistra) è più diffusa nell’Europa centrale e nei luoghi umidi, la si riconosce dalle spighe che assomigliano a quelle del grano, con un asse schiacciato a zigzag. La seconda (nella foto in basso) è molto abbondante in Italia, ed è anche nota con il nome di erba canina, forse perché i cani mangiano le sue foglie per purgarsi oppure perché i nodi delle radici, molto duri, assomigliano ai denti dei cani. Le spighe della seconda specie (in numero da 3 a 7) sono inserite sullo stesso livello del fusto aereo, come le dita di una mano. E’ comunissima nei campi, nei luoghi incolti e nei prati.

Anche armati della massima buona volontà, non si può dire soltanto del bene della gramigna: infatti è la pianta che più di ogni altra danneggia le colture per la sua capacità di riprodursi e crescere con facilità, soffocando la vita delle piante che vengono coltivate. La gramigna (soprattutto la Cynodon dactylon) copre e sfrutta il terreno, ostacola vangatura e semina. Il metodo più antico utilizzato dai contadini per liberarsene è la “sgramignatura”, ovvero, la sua eradicazione con accumulo di mucchi messi a seccare al sole. Purtroppo basta che sotto di essi vi sia un po’ di umidità perché qualche nodo dei rizomi si ricopra di terra e ricominci una crescita incontrollata.

Cynodon dactylonEppure perfino la gramigna può trovare posto in cucina: nelle regioni povere, i suoi rizomi sono stati usati come surrogato del caffè. Nei periodi di guerra e di carestia, c’era chi la cuoceva riducendola a una consistenza sciropposa (una specie di miele) per zuccherare le vivande. Per il suo alto contenuto in carboidrati, i rizomi puliti, seccati e ridotti in polvere possono essere mescolati alla farina per la panificazione (questa è un’abitudine ancora diffusa oggi in Polonia).

E poi ci sono le proprietà medicinali della gramigna: usata in decotto, è un ottimo diuretico e un efficace ipotensivo – proprietà da tempo note nella fitoterapia popolare. La pianta si è rivelata particolarmente efficace nelle ipertensioni giovanili, mentre si sono ottenuti minori risultati tra gli anziani. Va comunque ricordato che ogni terapia per abbassare la pressione arteriosa va svolta sotto stretto controllo medico.

http://www.soloecologia.it/17072013/la-gramigna-una-pianta-infestante-che-diventa-anche-farmaco-alimento/5965
-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Disinfettiamoci con la gramigna

Quando una pianta ha dei fusti sotterranei troppo lunghi, ahi! Si comincia a diffidare: ciò che striscia è sempre sospetto. È questo il caso della gramigna: si presume che il nome venga proprio da gramo, cioè cattivo. -
continua qui  : http://www.lacanas.it/2012/03/16/disinfettiamoci-con-la-gramigna/#sthash.YPsDuGHe.dpuf
http://www.lacanas.it/2012/03/16/disinfettiamoci-con-la-gramigna/

martedì 30 luglio 2013

fotografata l'onda azzurra che spegne la vita in altre parole la MORTE!!!

Fotografata la “morte cellulare”.

Al momento della morte una onda di luce fluorescente azzurra si sprigiona dalla cellule e, da una cellula all’altra, si propaga nell’intero organismo: lo ha scoperto una ricerca internazionale che per la prima volta ha fotografato ”l’onda della morte”. Descritta sulla rivista PLoS Biology, l’onda azzurra della morte è stata fotografata in un organismo semplice, come un minuscolo verme, dal gruppo coordinato dal britannico David Gems dell’University College London.

Short film about Gems lab work
Il sopraggiungere della morte è stato osservato al microscopio in uno degli organismi più semplici e studiati nei laboratori di biologia e genetica: il minuscolo verme Caenorhabditis elegans. La morte appare come un’onda fluorescente azzurra che si diffonde in tutte le cellule. Un effetto, questo, che dipende da una sostanza chiamata acido antranilico e la sua diffusione avviene tramite il calcio, che agisce come un messaggero di cellula in cellula.
Video: Blue wave of death, roundworm-style
La scommessa di questa ricerca, ha detto il coordinatore del lavoro, David Gems, è indentificare i geni che controllano l’invecchiamento e le malattie collegate.”Dobbiamo concentrarci sugli eventi biologici che si verificano durante l’invecchiamento e la morte – ha concluso Gems – per comprendere correttamente come interromperli”.
Leggi il full text dell’articolo:
Anthranilate Fluorescence Marks a Calcium-Propagated Necrotic Wave That Promotes Organismal Death in C. elegans
Coburn C, Allman E, Mahanti P, Benedetto A, Cabreiro F, et al.
PLoS Biol 11(7): e1001613. doi:10.1371/journal.pbio.1001613
fonte http://www.ucl.ac.uk/~ucbtdag/
*********************************************************************************************************





Un team internazionale di scienziati è riuscito a fotografare "l'onda della morte", il momento in cui una luce fluorescente azzurra si trasmette dalla cellula morente alle altre, propagandosi proprio come un'onda per l'interto organismo.

onda azzurra della morte


I ricercatori hanno potuto fotografare l'onda di un verme Caenorhabditis elegans in fin di vita. 
Al sopraggiungere della morte hanno notato che da una cellula si è propagata un flusso di luce azzurra, che ha spento la vita passando di cellula in cellula.
Quando le singole cellule muoiono, infatti, si innesca una reazione chimica a catena che porta alla rottura dei componenti cellulari e a un accumulo di detriti molecolari.

La fluorescenza è causata da un percorso di morte cellulare chiamato necrosi e la sua diffusione in tutto l'organismo dipende dalla presenza del calcio.
I ricercatori hanno anche provato ad interrompere la reazione, bloccandone il percorso chimico, ma sono riusciti soltanto a ritardare la morte.

onda azzurra della morte

Secondo gli scienziati, il fenomeno può aiutare a comprendere come la morte cellulare si diffonde in tutto il corpo, anche quello dell'uomo: i meccanismi cellulari nei mammiferi, infatti, sono molto simili a quelli dei vermi.

Il prof. David Gems spiega quali sono gli sviluppi di questa scoperta: «Abbiamo riscontrato che quando si blocca questo percorso, si può ritardare la morte indotta, per esempio, da infezioni. Ma non quella per vecchiaia. Questo fa pensare che l'invecchiamento provochi la morte per una serie di processi che agiscono in parallelo».
E la cosa interessante è che il meccanismo non è così lontano da quanto avviene nei mammiferi. Anzi. Ciò significa che questo studio suggestivo potrebbe servire a capire come muoiono le persone. E magari addirittura rallentarne la orte, chissà.

«I risultati», prosegue il prof. Gems, «mettono in dubbio una teoria assodata, ovvero che l'invecchiamento sia semplicemente una conseguenza di accumulo di danni molecolari. Dobbiamo concentrarci sugli eventi biologici che si verificano durante l'invecchiamento e la morte per capire come potremmo interrompere questi processi».

http://www.ansa.it/web/notizie/specializzati/scienza/2013/07/23/Fotografata-onda-azzurra-morte_9065797.html
********************************************************************************************************
le dissonanze e i pareri di altri

Aroldo capo infermiere in un noto ospedale

" non nego che magari ci sia anche questa luce blu di cui parlate ma la mia esperienza mi dice altre cose in molti dei casi in cui ho assistito alla morte di una persona più che vedere una luce ho sentito una puzza e a volte un rumorino più o meno leggero praticamente i neo-morti prima dell' estrema dipartita avevano esalato l'ultima scoreggia, non manca poi chi rutta o fa versi strani. poi ci sono quelli che sembra siano morti ma poi si ripigliano voi mi direte che forse la cellula della morte o mqglio l'accensione di quel processo che da il via alla morte del corpo umano abveva fatto cilecca oppure la persona era semplicemente andata in catalessi cio non spiega perà perché comunque quando si son ripresi han raccontato cose strane in molti mi han dato anche i numeri da lotto peccato siano risultati tutti errati "
************
Adalgisa dal Mirteto

io ho notato che quando uno muore diventa anche sordo,cieco e non si muove più neanche se piglia foco la cà_ !!!
 difatti a cà mia per vedere se uno è morto prima gli urliamo in un orecchio col megafono poi gli mettiamo uno specchietto davanti alla bocca , gli tappiamo il buco del culo e gli premiamo la buzza  a vedere se rifiata quindi gli diamo un morso ai piedi come facevano nel medioevo se la persona non risponde e solo allora ed in quel caso  allora gli diamo fuoco alle mutande e gli tiriamo con la cerbottana degli aghi acuminati intinti in pece bollente al cianuro o al curaro ( dipende dai gusti ) in modo che se ancora una volta non risponde muore lo stesso e non se ne parla più , comunque la luce che notiamo noi in quei tristi momenti non è blù ma variabile tra il rosso,giallo/arancione nero/fumo di Londra, viola morto e topo di fogna indorato fritto e passato in una salsa a base di olive nere taggiasche fatte fermentare in grasso per motori ecologici per almeno 3 giorni prima della fine del mese scorso
********************************************************************************************************
ATTENZIONE!!!!  ATTENZION!!!!!   ATTENZIONE!!!!  ATTENZION!!!!!  ATTENZIONE!!!!  ATTENZION!!!!!  
la musica che sentite proviene dal player sotto se volete zittirla interagite col tasto stop del player medesimop sennò aspettate l'esecuzione della canzone che una volta eseguita si zittira da sola , questo succedera ogni volta che caricherete questo post o la pagina web di cui questo post fa parte .

Bonus Energia 2013: come averlo requisiti etc

CHE COS'E' IL BONUS SULLA BOLLETTA ELETTRICA?



E' uno strumento introdotto dal Governo e reso operativo dall'Autorità per l'energia con la collaborazione dei Comuni , per garantire alle famiglie in condizione di disagio economico e alle famiglie numerose un risparmio sulla spesa per l'energia elettrica. Il bonus elettrico è previsto anche per i casi di disagio fisico, cioè per i casi in cui una grave malattia costringa all'utilizzo di apparecchiature elettromedicali indispensabili per il mantenimento in vita.

CHI HA DIRITTO AL BONUS ELETTRICO

Possono accedere al bonus tutti i clienti domestici intestatari di un contratto di fornitura elettrica, per la sola abitazione di residenza, con potenza impegnata fino a 3 kW per un numero di familiari con la stessa residenza fino a 4, o fino a 4,5 Kw, per un numero di familiari con la stessa residenza superiore a 4, e:

appartenenti ad un nucleo familiare con indicatore ISEE non superiore a 7500 euro;
appartenenti ad un nucleo familiare con più di 3 figli a carico e ISEE non superiore a 20.000 euro
presso i quali viva un malato grave che debba usare macchine elettromedicali per il mantenimento in vita. in questo caso senza limitazioni di residenza o potenza impegnata.

QUANTO VALE IL BONUS ELETTRICO

Nel caso di famiglie in condizioni di disagio economico e per le famiglie numerose, il bonus consente un risparmio pari a circa il 20% della spesa annua presunta (al netto delle imposte) per una famiglia tipo. Il valore è differenziato a seconda del numero dei componenti della famiglia.
per l'anno 2013 è di:

71 euro per una famiglia di 1 o 2 persone
91 euro per 3 o 4 persone
155 euro per più di 4 persone
per i soggetti in gravi condizioni di salute il valore del bonus dal 2013 è stato modificato e differenziato in base al numero di apparecchiature medico-terapeutiche salvavita utilizzate e al tempo giornaliero del loro utilizzo.
Il valore del bonus per il disagio fisico può essere calcolato in base alle apparecchiature utilizzate con questo applicativo di simulazione.applicativo

COME RICHIEDERE IL BONUS ELETTRICO

Per richiedere il bonus occorre compilare l'apposita modulistica e consegnarla al proprio Comune di residenza o presso altro istituto eventualmente designato dallo stesso Comune ( ad esempio i centri di assistenza fiscale CAF). I moduli sono scaricabili da questa pagina o reperibili presso i Comuni, sul sito Anci (www.bonusenergia.anci.it)

per ulteriori info etc 
http://www.autorita.energia.it/it/bonus_sociale.htm


succede dalla nostre parti

Lunatica Festival - XIX Edizione



Nina Zilli - Fabrizio Bosso  live MASSA martedì , 30/07/13, ore 21.30 
Piazza Mercurio, 54100 MASSA 
ingresso 15.00 euro

I due artisti saranno in concerto a Massa, per presentare il loro progetto live “We Love You, Jazz’n Soul”: un omaggio alle grandi voci della musica soul, da Amy Winehouse a Nina Simone. Il tutto rivisitato magistralmente in chiave jazz da Fabrizio Bosso accompagnato dalla voce di Nina Zilli.

Dopo essere stato suo ospite a Sanremo 2012 per interpretare il brano “Per Sempre” e aver condiviso con lei pochi mesi dopo l'esperienza televisiva di “Panariello non esiste”, Fabrizio Bosso ha deciso di coinvolgere Nina Zilli per realizzare un omaggio alle grandi voci del soul. Un’idea tenuta nel cassetto che ha visto la luce dopo aver conosciuto di persona l’estro e il talento della cantante piacentina.

La versatilità di Fabrizio Bosso è una delle sue virtù migliori e la scelta di Nina Zilli per accompagnarlo in questo percorso è stata pressoché immediata. Le sue esperienze internazionali in giovanissima età l’hanno resa un’artista libera dagli schemi, con una capacità di tramutarsi e di integrarsi. Una spigliatezza e una simpatia naturali ne completano il vulcanico talento.

Oltre ai classici del soul, il repertorio di “We love you, Jazz’n Soul” comprende anche degli standard jazz interpretati dalla tromba di Bosso e alcuni dei maggiori successi della Zilli.

Sul palco ci sarà una band di musicisti eccezionali, formata da elementi scelti accuratamente da Fabrizio Bosso per le qualità non solo tecniche e strumentali ma anche per l’approccio trasversale alla musica. Al pianoforte e alle tastiere Julian Oliver Mazzariello, alle chitarre Egidio Marchitelli, al basso e contrabbasso Marco Siniscalco e alla batteria Emanuele Smimmo.

lunedì 29 luglio 2013

é USCITO !!!

WOLVeRINE L'IMMORTALE  in TUTTI I CINEMA ITALIANI



i commenti su l web



Box Office Usa, Wolverine: L’immortale sfodera gli artigli e incassa 55 milioni di dollari all’esordio

Il cinecomic con Hugh Jackman si piazza subito al primo posto, eguagliando l’opening weekend di X-Men: L’inizio



(Adnkronos/Cinematografo.it) - Come da previsioni, 'Wolverine - L'immortale' ottiene subito la testa del box office senza particolari difficoltà: sulle 598 sale monitorate da Cinetel, il film diretto da James Mangold incassa 1.552.733 euro, con una media copia di 2.597 euro.
***********************************************************************************************
Wolverine divide la critica: da "un pasticcio rumoroso" a "il miglior film di fumetti dell'estate".

***************************************************************************************************************************************
alla fine una trama troppo leggera potevano osare di più

http://www.ilsalvagente.it/Sezione.jsp?titolo=''Wolverine+l'immortale''+conquista+il+box+office&idSezione=21919

domenica 28 luglio 2013

Angiò di Pallevizze History- Pablo Picasso GUERNICA

Angiò di Pallevizze History . repost di post già postati o pluripostati che nessuno si ricorda più e a dirla tutta neanche vorrebbe ricordare

- originalmente postati in tempi remoti più o meno datati  i Post di ANgiò di Pallevizze come i vini migliori invecchiando invecchiano e invecchiando, sempre come i migliori estratti d'uva chiamati volgarmente   VINI  o meglio vini d'annata, anche 'sti post diventano migliori oppure si trasformano in aceto ma anche  peggio ( per dirla sempre in termini eno-gastronomici ) questo in origine non è dato a saperlo, al lettore scoprirlo valutando se i post riproposti col tempo son migliorati oppure no

nel caso il lettore volesse dare un parere o confrontare il post riproposto con quello originalmente postato a lui viene lasciata la massima libertà nell' uso di metodi vari anche di propria ideazione con l' unico limite però di non rompere nel farlo  le scatole al'Angiò originale che pre interpellato in proposito  ha fatto sapere di non essere interessato in nessuna maniera al tutto e che nel caso fosse contattato per quanto finora detto avverte che ora ha un cannone nuovo, 2 lanciafiamme di ultima generazione oltre ad  armi bianche comuni e non più numerose bestie feroci alcune di provenienza extraterrestre  , ha anche sussurrato che nel caso dovesse . anche se non vorrebbe arrivare a tanto , potrebbe chiamare anche a " COSO " e si sa che allora si che sarebbe un bel casino visto che a " COSO " oltre tutto non esce ma i da solo ma sempre con l'amico SEMIDIO  d'origini aliene il cui massimo divertimento e fare stragi dopo aver distrutto tutto quanto gli si para di fronte  ( nel caso allontanarsi per tempo ) per chi si chiedesse chi è a " COSO " faccia una ricerca nei vari post di ANGIO' e lo scoprirà sappia comunque che s "COSO " spesso esce solo dopo il suo amico SEMIDIO  e chi lo vede ( a " COSO "s'intende  ) finora non l'ha potuto raccontare
*****************************************************************************************************************************------------------------------------------- ARTE -----------------------------

rubrica tesa a diffondere le immagini con qualche informazione dei piu' importanti quadri a livello mondiale onde aiutare chi ne è in cerca a scegliere quello che piu' piace e se è possibile comprarselo

a cura di a.s.s.m.
----------------------------------------------------------------------------------------------------

il quadro di questo post e' " GUERNICA " di PABLO PICASSO 1937, tempera su tela, 349 x 776,5 cm


dettagli


breve descrizione
-Guernica, 1937, tempera su tela, 349 x 776,5 cm
Fin dagli inizi della guerra, Picasso si era infatti dichiarato a favore del governo repubblicano, e Guernica rappresenta quindi il momento del dolore e dell'ira. L'opera, di effetto monumentale, venne realizzata dopo la distruzione della cittadina basca, in meno di due mesi. Abbiamo diverse versioni del quadro. Picasso studiò febbrilmente la scena in un centinaio di disegni preparatori datati tra il primo ed il nove maggio del 1937. L'emozione e la collera di Picasso per il massacro viene espressa nel quadro con una visione drammatica di corpi sfatti, visi stravolti, in uno sfondo privo di colore in cui echeggiano urla lancinanti.

link - http://www.liceoberchet.it/netday00/arte/guernica/guernica.htm



Picasso: Guernica : info varie dal web

In una delle sue opere più famose, Guernica, del 1937, Picasso volle descrivere gli orrori della guerra, con uno stile insieme sintetico e visionario, con estrema fermezza e intensa emotività. Il ricordo del villaggio basco distrutto dai bombardamenti si intravede in filigrana attraverso immagini di corpi lacerati, volti tesi in espressioni distorte, corpi di animali morenti, immersi in uno spazio dai contorni frammentari e indefiniti. La luce della lampada, parodia dell'occhio divino che contempla il mondo nell'iconografia classica, si diffonde gelida e drammatica in bagliori isolati, spezzando la penombra, con un effetto che richiama quello delle luci stroboscopiche. I toni monocromi del quadro, la sua caoticità, la stilizzazione tragica delle sue figure concorrono a delineare un'atmosfera disperata e angosciosa.

Pablo Picasso - Guernica (opera realizzata dopo il bombardamento della città omonima durante la guerra civile spagnola)

« Avete fatto voi questo orrore, maestro?»
«No, è opera vostra » (Risposta di P. Picasso ad ufficiale tedesco)

Picasso disse:
" ... Questo toro è un toro e questo cavallo è un cavallo Se voi date un significato a certe cose nel mio dipinto questo può essere molto vero, ma non è mia l'idea di dargli questo significato. Anch'io ho realizzato le idee e le conclusioni cui voi siete giunti, ma istintivamente, inconsciamente. Io ho realizzato un dipinto per il dipinto. Io dipingo le cose per quello che sono. "
( Pablo Picasso)
___________________________________________________________________________________________________
BIOGRAFIA IN BREVE

Picasso, nato in Spagna (Malaga 1881), ha la sua formazione culturale nella tradizione artistica iberica, avviato in ciò dal padre, insegnante nella scuola d'arte locale. All'età di 10 anni si trasferisce a La Coruña, capoluogo della Galizia, dove frequenta la Scuola d'Arti e Mestieri, ma già nel 1895 viene ammesso all'Accademia di Belle Arti di Barcellona , città alla quale rimarrà sempre legato tanto da sentirsi catalano nel profondo dell'anima Due anni dopo frequenterà la prestigiosa Accademia Reale "S. Ferdinando" di Madrid. Pur essendo molto giovane si sposta con facilità da un luogo all'altro, privilegiando la Catalogna. A Madrid, frequenta soprattutto il Museo del Prado dove si applica nello studio dei grandi capolavori del passato (Velásquez e Goya). 
Nel 1900, l'artista, non ancora ventenne, si reca a Parigi dove si stabilirà successivamente. Gli studi di questi anni creeranno le basi di quella che sarà la sua straordinaria capacità di dedicarsi a qualsiasi tipo di espressione artistica. 
Dal 1901 al 1904 si individua il cosiddetto "Periodo Blu". Si tratta, come dice il nome stesso, di una pittura giocata sui colori freddi, dove i soggetti umani rappresentati, appartenenti alla categoria degli emarginati e degli sfruttati, sembrano sospesi in una atmosfera malinconica e assumono un'asciutta monumentalità. Successivamente vivrà un periodo Rosa, nel quale è presente un rinnovato interesse per lo spazio ed il volume, ma nel quale la malinconia, per quanto temperata, è sempre presente. I soggetti privilegiati sono saltimbanchi, acrobati o comunque legati al mondo del circo. 
Gli ultimi mesi del 1906 lo portano a contatto con la cultura negra , non ancora contaminata da ideologie e condizionamenti sociali. Nel 1907, la mostra retrospettiva dedicata a Cézanne, al Salon d'Automne, gli rivela l'opera di questo grande artista; sempre in questo stesso anno, c'è l'incontro con Braque con il quale inizia un proficuo sodalizio artistico. Da questa loro collaborazione nasce il Cubismo. Un punto d'arrivo del cammino artistico di Picasso sono "Les Demoiselles d' Avignon", opera con la quale abbiamo la premessa del Cubismo. 
 Nel 1909 Picasso trascorre l' estate in Spagna, e crea i primi paesaggi cubisti, intesi come ricostruzione ideale del volume. Nel suo travaglio artistico sperimenterà varie tecniche (il collage), e del cubismo stesso vivrà vari stadi (protocubismo, cubismo analitico, cubismo sintetico). La durata del periodo cubista è estremamente breve e con la prima guerra mondiale esso può considerarsi definitivamente chiuso. Nel dopoguerra alterna dipinti monumentali a riprese di cubismo sintetico, rivolgendo il suo interesse anche alla grafica e alla scenografia. 
Morirà a Mougins nel 1973.
___________________________________________________________________________________________________
BIOGRAFIA ANCORA PIU' BREVE
Pablo Picasso,
(Malaga 1881 - Mougins 1973),

pittore e scultore spagnolo, ritenuto uno dei massimi artisti del nostro secolo e un maestro dell'incisione. Antesignano di rivoluzioni stilistiche, per tutta la vita continuò a rinnovare il proprio modo di fare arte, anche dominando mezzi espressivi diversi. Figlio di un insegnante di disegno, José Ruiz Blasco, mostrò un talento precocissimo, vincendo a quindici anni una borsa di studio – che tuttavia non utilizzò – per l'Accademia Reale di Madrid. Le sue prime prove, di sapore accademico, a partire dal 1901 sono firmate con il cognome della madre, che da allora egli adottò per tutte le sue opere.
_________________________________________________________________________________________________

BIOGRAFIA brevissima ( 6 parole in tutto )

Pablo Picasso,
(Malaga 1881 - Mougins 1973)
____________________________________________________________________________________________________
PICASSO VISTO DA PICASSO - Picasso dipinge se stesso mentre la vita scorre



______________________________________________________________________________________________________

LINK UTILI
http://doc.studenti.it/tesina/storia-dell-arte/analisi-guernica-picasso.html

http://it.wikipedia.org/wiki/Pablo_Picasso
http://biografieonline.it/biografia.htm?BioID=320&biografia=Pablo+Picasso

http://www.artinvest2000.com/picasso_pablo.htm
http://www.ilfoglio.it/ritratti/792
http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-885947d7-026d-4e63-9a36-59d1e02b0b3d.html
http://www.spagna.cc/pablo_picasso.html

http://www.windoweb.it/guida/arte/biografia_pablo_picasso.htm
http://it.wahooart.com/a55a04/w.nsf/Opra/BRUE-5ZKH6F
______________________________________________________________________________________________________

MATERIALE YOUTUBE


________________________________________________________________________________________________________

annotazioni varie
per chi fosse interessato ad acquistare i quadri di volta in volta presi di mira , sempre naturalmente che cio' sia possibile , consigliamo di rivolgersi direttamente al proprietario o in seconda analisi di comprarsi il museo che li possiede e comunque di darsi da fare che senno l' ha bell'è che comprati e magari lo compra un' altro piu' sveglio e veloce

per chi non puo', per il momento o per sempre, permettersi la spesa , visto anche la crisi attuale. esistono varie possibilita'.

1 ) puo sempre comprarne una stampa o copia eseguita coi metodi che piu aggradono.

2 ) se poi si vuole proprio risparmiare se ne puo' fare una copia da solo sempre che ci riesca , anche se non fosse uguale uguale basta accontentarsi.

3 ) puo rubarla sotto solo la sua responsabilita' , ( io non l'ho detto, lo sconsiglio e sono contrario ) in questo caso l' autore del ipotizzato furto è informato che potra' essere , causa conseguenza del suo gesto, arrestato ( e a ragione ) per essere incarcerato giusto il tempo deciso attuando le regole delle leggi vigenti nel paese in cui l' arresto sia effetivamente stato attuato dal giudice di turno , onde per cui poscia ....
4 ) attenzione!!! questa possibilita' è stata oscurata in quanto era contraria alle leggi vigenti in materia di liberta individuale , anonimato etc , cozzava inoltre almeno contro altre 27 leggi Italiane di ogni genere tra cui il divieto di creazione di gruppi terroristici e/o atti alla distruzione di cose e persone, leggi astrofisiche della quantica e/o della relativita' in quanto tale, leggi della fisica basica e/o ipotizzata . teorie astrofisiche e un tot di concetti teorici riguardanti vari aspetti dello sciibile umano .
n.b. per chi voglia sapere il contenuto della quarta possibilita ne esiste una versione non censurata da qualche parte del WEb
5 ) arrangiatevi un po da soli!
6 ) puo richiedere un mutuo multisecolare che ricadra' per i secoli a venire sulla propria vita e su quella dei propri discendenti sempre questi accettino l ' eredita'/fardello


------------------------------------------------------------------------------------- ----------
---------------------------------- ultimo e non ultimo ------------------------------------
rubrica dell' intenditore, mercante d' arte e venditore di fumo ANGIO' di Pallesecche

fai vede...aho! ma c'e' n'è uno normale in questo quadro ? fa vedere gl altri . ho capito va' bisogna mi concentri senno ti picchio!

.... questo era disturbato , parecchio disturbato, pensa io le cose le vedo cosi quando sono umbriaco ma di brutto!, pero' ti diro' 'ste visioni di sbieco, aliene alternativamente impossibili hanno uno strano fascino, fanno capire molto,...... questo si vede che era di mente fina senno schiantava subito, con 'ste' visioni in testa era difficile sopravvivere , scommetto era uno con la testa tra le nuvole, un artista , trovarne uno a 'sto livello d' alienazione ma cosi' presente ,freddo, caliente e lucido non è facile e io neanche mi metto a cercarlo che ho altro da fare, comunque quant'è che costa un pezzo anche uno qualsiasi? cosa ? ma sorti dalle palle imbecille te e i tuoi quadri te l' ho detto mille volte a me ne serve uno da mettere al posto della persiana che' se' rotta ora vai via prima che perda il lume della ragione e di tagli a cubetti rendendoti simile a come Picasso ti avrebbe visto VAI VIA ZOTICO!!!!!!!!!!!!! [ guarda te con che gente devo avere a che fare!!! ( n.b. detto a mezzavoce ) ]

aho! manco un secondo e c'insegue con una roncola che agita furiosamente meno male che eravamo in moto senno' era un bel casino..
_________________________________________________________________________________________________________

superclassidica redditi dei politici i primi 20 classificato

come si sa i Politici hanno /( avrebbero ) l'obbligo di pubblicare online i propri redditi  molti l'hanno già fatto e altri lo dovranno fare loro malgrado a meno che non vogliano andare incontro ad una bella multa

comunque sia ecco la classifica dei primi 20 che incassano di più tra i membri del governo

1. Anna Maria Cancellieri 319.170 euro
2. Enrico Giovannini 297.729
3. Maurizio Lupi 282.499
4. Fabrizio Saccomanni* 195.255
5. Dario Franceschini 187.462
6. Enzo Moavero Milanesi 186.735
7. Carlo Trigilia 179.025
8. Emma Bonino 177.077
9. Massimo Bray 150.457
10. Enrico Letta 123.893
11. Flavio Zanonato 109.565
12. Angelino Alfano 105.186
13. Nunzia De Girolamo 101.071
14. Beatrice Lorenzin 98.471
14. Andrea Orlando 98.471
16. Giampiero D'Alia 98.391
17. Maria Chiara Carrozza 97.916
18. Graziano Delrio 97.492
19. Mario Mauro 74.408
20. Gaetano Quagliariello 70.377
21. Cecile Kyenge 38.538.


* La dichiarazione di Saccomanni fa riferimento al reddito formato dal compenso annuo lordo da ministro a partire dal 28/4 (195.255 euro) poi tagliato a 130.707 euro dal 20/7.

naturalmente nella tabella non sono considerati tutti i privilegi che ogni politico ha e neanche gli eventuali guadagni che qualcuno di loro ( forse ) percepisce al nero

CURIOSITA' in proposito
PARENTI TOP SECRET - Non tutti, a dire il vero, sono campioni di trasparenza: accanto a chi pubblica lesituazioni patrimoniali di mogli, fratelli e figli, compresi quelli teenager e quindi nullatenenti, c'è chi si limita a elencare quanto possiede e la negazione del consenso alla pubblicazione dei propri dati rilasciata da parte dei parenti.
Il premier Letta, ad esempio, pubblica il proprio Cud malascia la propria scheda patrimoniale a ‘zero’ per ogni voce: forse casa e auto sono intestate alla moglie, ma la ‘first lady’ ha negato il consenso alla pubblicazione.
MULTE SCAMPATE - Alla vigilia della scadenza del termine per la pubblicazione on line delle situazioni patrimoniali dei ministri, tutti i membri dell’Esecutivo (qualcuno in piena ‘Zona Cesarini’) hanno ottemperato all’obbligo di legge, evitando così di far scattare la sanzione dai 500 ai 10mila euro in caso di omissione, con relativa pubblicazione su internet. 

si ricorda che il reddito medio di un operaio parte da  12.000 euro ( ma a anche meno )

chi è interessato vada al link proposto per vedere chi tra ilparlamentari ha già dato l'pk alla pubblicazione dei suoi dati in proposito
http://politici.openpolis.it/dichiarazioni-patrimoniali-dei-politici-eletti

***************************************************************************************************************************************************

aldilà dei discorsi ecco intanto che succede in ITALIA

Rimborsi elettorali 2013, torta da 56,3 milioni per i partiti. L’M5S rinuncia


Le legge prevede 91 milioni di euro di rimborsi elettorali tra Camera e Senato. Dai "grandi" ai "piccoli", a ciascuno la sua fetta di torta



i rimborsi elettorali per quanto riguarda la sola camera in breve:

il totale dell'importo previsto è pari ad 56,3 milioni di euro soldi che tutti i partiti si divideranno alla luce del loro peso. politico

Nello specifico: 

 Popolo della Libertà  18,6 milioni di euro, 
 Partito Democratico 18 milioni, 
 Lega Nord 4,5 milioni, 
 Unione di Centro di Casini 3,1 milioni, 
 Scelta Civica 1,3 milioni 
 Sinistra Ecologia e Libertà 1,1 milioni. 
 Fratelli d’Italia guidati da Giorgia Meloni. 442 mila euro  i 

Al Movimento 5 Stelle di Beppe Grillo,  sarebbero dovuti andare 4,2 milioni 

si ricorda che Il via libera alla cascata di soldi pubblici a partiti e movimenti ha trovato d’accordo tutti i membri dell’Ufficio di Presidenza della Camera ad eccezione dei deputati del 5 Stelle Luigi di Maio, Claudia Mannino e Riccardo Fraccaro
********************************************************************************************************************

sabato 27 luglio 2013

nuovi supereroi e supercriminali la svolta real delle case editrici

                                                    ARCOBALENO

coi suoi colori iridescenti fa folklore ma niente di più.....  non ha forza, non è veloce , non sa fare quasi nulla , capisce poco ed è pure fuori forma l'unica cosa che fa al meglio è indossare costumi coi colori dell'arcobaleno su e sdraiarsi dove gli capita
il suo motto è " ARCOBALENO  e lavoro meno "

************************************************************************************************
il controllore

più che un supereroe una specie di guardiano , un paciere , cambia il suo originale copricapo e coprifaccia ogni volta che gli pare tanto che i suoi nemici si trovano costretti ogni volta a chiedergli chi sia. la sua velocità nel travestimento e nel cambio copri-capoefaccia e talmente alta che spesso i combattimenti si bloccano per il fatto che i suoi nemici del momento si fermano a cercare  l'avversario con cui stavano combattendo non capendo che quello che hanno davanti a loro non è un'altra persona ma lo stesso con cui combattevano poco prima

il suo motto è " disturbo ? "
**************************************************************************************************
                                                                          Gallinaccio
il sua  missione è distrarre la gente dai problemi compreso, se capita, i supercriminali intenti magari a rapinare una banca, si mormora che addirittura se necessario riuscirebbe a fare delle uova di grandezza variabile e se necessario pure a covarle o, qualche volta,  a lanciarle verso bersagli da lui scelti , coi suoi pigolii asfissianti farebbe sfiancare, perdere la pazienza, andare di fuori anche il DAlai LAMa ;per gli scienziati è un caso incurabile e non si puo far altro che sperare non combini danni troppo grandi
il suo motto è " chi-chi-chi, cò-cò-cò. quaraquaraquaraquaraquà pè.pè! "

**********************************************************************************************

COTRIONE

ultimamente non si vede spesso ma è sicuro che prima o poi rispunterà fuori dalle fogne dove s'è rifugiato per ritornare come un tempo al centro della scena  , duro di comprendonio in compenso non lo altrettanto se si tratta di mangiare a baffo, spesso presente in qualità di ospite non invitato a manifestazioni, congressi , cerimonie e matrimoni è convinto che mettendosi la maschera come copricapo nessuno lo riconoscerà di notevole lentezza riesce a rallentare qualsiasi persona nei suoi pressi semplicemente standogli non si sa come sempre tra i piedi

****************************************************************************************************
                     IL PENSATORE CAGATORE

questo criminale efferato passa tutto il tempo a pensare piani criminali su piani criminali. piani  che poi però non attua mai; la sua pericolosità difatti è che mentre pensa i suoi piani criminali caga e scoreggia intasando si conseguenza gli scarichi di palazzi su palazzi e impregnandio l'aria di gas al limite del venefico per qusto viene spesso ingaggiato da gang di criminali di cui anche non sapendolo diventa membro effettivo

il suo motto è " penso mentre cago quindi esisto "

************************************************************************************************
PALO

dal collo extra lungo e dal curioso abbigliamento non si direbbe ma PAlo è considerato un artista dai più anche se non nel suo vero mestiere che sarebbe lo spazzino bensì dalle bande di criminali che lo usano, come lascerebbe intendere  anche il suo nome, come palo per i loro atti criminali perdipiù quasi sempre a sua insaputa

ogni volta palo è l' unico della probabile banda di malfattori di cui non sa neanche di far parte ad essere arrestato   visto che nessuno dei suoi pseudocompagni del momento pensa minimamente di avvertirlo o di dirgli di scappare tanto dice non sentirebbe nè capirebbe lo stesso intento com'è sempre e comunque a gingillarsi coi suoi preziosi ferretti

 il suo fermo precauzionale  dura poco di solito viene rilasciato quasi subito visto anche le poche prove di colpevolezza s suo carico e sopratutto considerando  che l'eventuale cella dove imprigionarlo data la sua spropositata e inusuale altezza andrebbe costruita apposta e di soldi per farlo non ce n'è

ultimamente PALO viene usato dalla polizia come avvisatore di probabili future rapine et similia per questo non s'è ancora capito se sia un o dei buoni o uno dei cattivi ,
a domanda diretta lui non ha risposto continuamdo a muovere i suoi gingilli in metallo ed ad allungare il collo in scariate direzioni

il suo motto è " etchiùùù che vento!!!.. speriamo non mi venga il torcicollo "
***********************************************************************************************
LARDO















                                                               
***********************************************************************************************
                                                               PAR DI PALLE

par di palle è un personaggio minore del gota sei superumani ma che piano piano si sta riscattando , se continua così rischia in una o 2 ere geologiche di di diventare un personaggio di spicco del mondo dei supereroi e solo per suo merito

sua caratteristica è di avere sempre e comunque un PAR dI PALLE !!!, qualsiasi sia l'argomrnto trattato lui ci ha sempre un PAR DI PALLE!!!, di solito viene mandato dai suoi amici a rispondere a domande in dibattiti etc celebre è ormai la sua pià classica risposta che poi è anche il suo nome quel celebre "PAR SI PALLE!!!" che grida da se,pre ai quattro venti



serpesce



ma l'essere umano di suo sarebbe carnivoro, vefetariano, onnivoreo o cosa?

da qualche parte su internet dicono che l’uomo non è carnivoro o meglio almeno fisicamente non lo è mai stato 

apparterebbe alla categoria dei granivori frugivori.

CARNIVORI
ONNIVORI
ERBIVORI
ANTROPOIDI (scimmie, ecc.)
UOMINI
placenta zoniforme
placenta non caduca
placenta non caduca
placenta discoidale
placenta discoidale
incisivi poco sviluppati
incisivi assai sviluppati
-
incisivi ben sviluppati
incisivi ben sviluppati
molari appuntiti
molari con piego
-
molari smussati
molari smussati
saliva e urina acide
saliva e urina acide
saliva e urina acide
saliva e urina alcalina
saliva e urina alcalina
stomaco semplice
fondo dello stomaco arrotondato
stomaco in tre parti
stomaco con duodeno
stomaco con duodeno
intestino lungo tre volte il tronco
intestino lungo 10 volte il tronco
intestino lungo 12-18 volte il tronco
intestino lungo 7-11 volte il tronco
intestino lungo 12 volte il tronco
vivono di carne
vivono di carne e vegetali
vivono di erbe e piante
vivono di frutta e semi (noci, mandorle, ecc.)
dovrebbero vivere di frutta e semi (noci, mandorle, ecc.)

la tabella di sui sopra perà non spiega granché dice alcune cose magari prese ad esempio furbescamente ma non spiega il perché allora l'essere umano da millenni mangia quel che trova di commestibile compreso la carne di svariate bestie , in alcuni casi anche quella della sua stessa razza... la domanda a cui manca la risposta  quindi è come mai se l'essere umano di suo non sarebbe carnivoro di suo e senza alcuna costrizione mangia la carne di svariate specie esistenti  sul pianeta e pure tanta e che nolta di questa carme gli piace anche parecchio tanto da creare allevamenti di specie scelte da lui stesso appostamento per essere usate come cibo?

per saperne di poù siu questa teoria

http://frontelibero.blogspot.gr/2013/07/luomo-non-e-carnivoro-e-i-suoi-organi.html