martedì 28 luglio 2015

Walter JAMES Palmer così si chiama l'assassino di CECIL il Leone simbolo dello zimbabwe



a casa sua fa il dentista mentre nel tempo libero come Hobby fa l'assassino di animali . il cacciatore insomma 
il fatto è che spesso gli piace uccidere animali protetti che abitano  zone protette ,
 per farlo non ha scrupoli seminando mazzette a destra e manca comprando così gli uomini preposti proprio alla difesa di quegli animali , bestie che l'uomo vorrebbe con grande desiderio uccidere per poi magari portarsene a casa il corpo o parte di esso 

l'essere di nome Walter JAMES Palmer che molti animalisti o semplici persone chiamano ormai " ignobile " augurandogli al contempo di finire come le sue prede non è nuovo a simili atti per lui ammazzare animali specialmente prede di grandi dimensioni  o rare è come una missione , probabilmente l'ucciderle , sempre vigliaccamente e sicuramente non ad armi pari,  gli da un delirio di onnipotenza che altrimenti non proverebbe , è solito farsi fotografare accanto all'animale morto con vicino le armi da lui usate 

l'ultima sua pensata è stata quella di cacciare, uccidere quindi decapitare ,probabilmente per imbalsamare e portare a casa come ennesimo trofeo,  CECIL un leone maschio simbolo dello  Zimbabwe padre di numerosi figli che vive anzi viveva in un parco protetto ed era fotografato ogni anno da migliaia di turisti, per farlo ha comprato chi di dovere , pare con una mazzetta di 50.000 dollari poi con l'aiuti di altri bracconieri come lui, forse dello stesso personale  del parco precedentemente comprati ha attirato ol Leone all'esterno del parco cone esche apposite quindi lo ha ferito con una freccia sparata con una balestra poi lo ha seguito e finito sparagdogli con un fucile quindi lo ha decapitato abbandonandone il corpo dove al momento si trovava





sul tutto ognuno può pensarla come si pare ma la domanda è PERCHe' uccidere un animale protetto? c'è un motivo valido ?
 io non penso ma io non penso tante cose e voi ?

sabato 25 luglio 2015

gruppi musicali di gioventù passata - i COLLAGE



per chi ha un po di annetti sulla groppa il nome Collage 

riporterà ad un noto gruppo musicale Italiano che appari all'improvvisa nel mondo della musica leggera Italiana negli anni settanta, di stampo melodico i loro singoli erano micidiali e ogni anno finivano ai primi posti della classifica Italiana. 
erano brani molto orecchiabili ,facili da memorizzare e da canticchiare. il loro trend andrà avanti per molti anni poi d'un tratto negli anni ottanta scomparirono, successe cosi' che un anno non avemmo un loro Hit perlopiù estivo da cantare , per un po l'aspettammo poi ce ne facemmo una ragione passando ad ascoltare ed canticchiare brani di altri gruppi o artisti musicali
 


quel che è certo è che comunque i loro brani per quelli che li hanno " vissuti " all'epoca di riferimento rimangono nella memoria ed è facile riascoltarli ogni tanto ritornando per momenti nel passato dal sapore dolce dei bei tempi andati ...



sotto una cernita dei loro brani più famosi

La gente parla




Sole rosso (1978)




Collage - S.o.S.




Collage Tu mi rubi l'anima




I COLLAGE LEI NON SAPEVA FAR L'AMORE 




donna musica 




Due ragazzi nel sole -Collage-




I Collage - Un'altra estate



Piano piano m'innamorai di te


SE FOSSI MIA


Magari




Ed Io Canto Per Te


 
Zingara nel cuore




https://it-it.facebook.com/collagefanpage

https://it.wikipedia.org/wiki/Collage_(gruppo_musicale_italiano)#33_giri

venerdì 24 luglio 2015

biscotti di molto gustosi ai semi d'anice ( ANICINI )

i biscotti ai semi d'anice o ANICINI sono facilissimi da fare . chiunque abbia un minimo di praticità in cucina riuscirà a farli senza incontrare problemi si sorta

in realtà ne esistono svariate ricette ma noi ve be diamo 2 una con uova burro o margarin  etc ed una adatta anche per i sempre più numerosi Vegani

ricetta 1

ingredienti


semi d' anice - un tot ad occhio comunque parecchi

anice un tot ( un bicchiere minimo )
uova- 4
zucchero 500 gr
farina da 900 gr a 1100
lievito una bustina
margarina o burro sui 500 grammi

non obbligatoria  .- essenza all'anice


svolgimento


mettere i semi a bagno nell'anice e lasciare da parte

quindi lavorare lo zucchero con il burro ( o margarina ) una volta amalgamato i 2 ingredienti unire la farina, disporre quindi il tutto nella classica forma di " vulcano " quindi versare nel centro uova,semi di anice, anice e d il lievito, impastare il tutto aggiungendo , se il caso, farina fino a che l'impasto risulti almeno lavorabile


lasciare riposare il tutto in zona non calda , quindi iniziare a formare dei bastoncini tipo quelli degli gnocchi ma un pochino più larghi , una volta composti metterli in teglia debitamente addobbata con carta da forno


porre in forno a 170 gradi per una quindicina di minuti quindi sfornare, porre i composto cotto nel tagliere e con un coltello a lama " fina " porzionare i futuri biscotti, rimettere in forno per qualche minuto quindi sfornare definitivamente e riporre in luogo adatto


se messi in recipiente con chiusura buona se non ermetica detti biscotti arrivano dignitosamente anche oltre il mese di vita

********************************************************************* 

RICETTA 2 adatta anche a vegani

ingredienti


semi d' anice - un tot ad occhio comunque parecchi

liquore anice un tot ( un bicchiere minimo )
una bustina di lievito
180 dl di vino bianco
200 dl di olio di semi
la farina che il liquido assorbe , minimo 500 grammi
200 grammi di zucchero

svolgimento



mettere i semi di anice a mollo nell'anice liquore

- mettere olio  vino e zucchero in un contenitore , amalgamarli, unire il lievito e girare per bene il tutto 
- aggiungere i semi d' anice compreso il liquore al composto precedentemente preparato quindi unire la farina ( dapprima il mezzo kilo lavorando il tutto velocemente e  a mano,aggiungere se è il caso dell'altra farina ma senza esagerare,il composto dovrà risultare lavorabile senza che si attacchi alle dita ma morbido e non duro

lasciare riposare l'impasto coprendolo con una straccio ( che sia pulito è e comunque non lo straccio da dare in terra )


più tardi


mettere dello zucchero semolato in un contenitore paro tipo piatto, teglia o altro, servirà per inzupparci i biscotti che andrete a creare


quindi prendere piccoli parti d'impasto e lavorateli nella forma che meglio credete ad esempio formando dei cerchi una volta formati andate ad inzupparli , a vostra scelta, 
su una sola delle facce oppure su entrambe quindi mettete in teglia come al solito addobbata con carta da forno.
cuocete a 160 gradi per un 30/40 minuti , comunque finché non saranno cotti e leggermente coloriti dopodiché sfornate e mangiate etc

volendo potete inzupparli o spennellare con dello zucchero a velo diluito in pochissima acqua per poi farli asciugare in forno molto basso per pochissimo tempo oppure all'aria


ecco fatto le 2 ricette son finite ora resta solo a voi . cosa deciderete di fare  ?

************************************************************************



p.s. 

se non avete voglia, non ve la sentite etc potete sempre andare al ristorante Ulisse in quel di SEravezza ( Lucca ) lì le troverete consederando che la ricatta ce l'han spifferata proprio loro , qualora ne fossero momentaneamente sprovvisti siam sicuri che ne troverete degli altri forse non non all'anice ma comunque sempre gustosissimi

alla prossima ........


martedì 21 luglio 2015

macchie di colore disomogenee 21 - LACRIME

ed eccoci arrivati alla macchia disomogenea n° 21, una cosa c'è da dire su questa macchia e cioè che la iniziai poco prima che mi passasse la voglia di disegnare è per questo che  risulta  ancora ad oggi non finita ...

...  ma la finirò ehhhhhhh se la finirò!,  certamente non a breve ma un giorno gli darò la pennellata finale e allora potrà dirsi conclusa davvero

retroscena., storia etc

poi c'è un retroscena curioso , praticamente questa tela l'ho trovata al bidone , era appoggiata fuori dal bidone anzi più che appoggiata ce l'avevano tirata, sopra c'era dipinto un vaso di fiori a dirla tutta niente di che , fatto stà che l'ho raccolta e l'ho portata a casa poggiandola sopra lo scooter a mò di copertura . lì è restata per vari mesi sopravvivendo a pioggia, vento, gelo etc finché un giorno l'ho presa . la tela era tutta sbilenca , gli ho dato una lavata e dopo una bella passata di un colore bianco da poche lire che aveva il difetto di seccare in tempi biblici e per questo avevo scartato, tempo dopo l'ho ripresa sotto la mia ala , il bianco era finalmente seccato quindi iniziai a scarabocchiarci su qualcosa. più o meno in quel periodo avevo letto un articolo sulla composizione chimica delle lacrime per questo la direzione che presi sul cosa pian piano trasporre sulla tela fu presto delineata ed il tema centrale sarebbe stata la LACRIMA UMANA

mi accorsi poi che la tela non era plastificata come credevo ma era composta tipo da corde intrecciate tra loro, me ne accorsi perché i colori seccando scurivano più del dovuto come se il supporto ne assorbisse la lucidità oltre che dosi in quantità maggiori ciò mi obbligo ad adoperarne più del solito e a scegliere meglio le tonalità da abbinare a quelle già inserite

bisogna dire che all'inizio il tutto era molto spoglio ma a ciò ho posto rimedio nelle successive sezioni creative in cui, come al solito, ho dato il via al mio personale caotico processo creativo di sempre basato sull'improvvisazione e l'errore del momento. 
ad un certo punto una qualche storia si poteva intravedere nel disegno ...  forse confusa , forse celata , forse solo necessaria di una qualche dose di fantasia ......

ad oggi l'unica cosa che rimaneva fissa in tutto il tempo trascorso era il titolo che da subito avevo estrapolato tra i tanti disponibili quel LACRIME che era .è e rimarrà il titolo della immarcescibile opera , opera che come sarebbe d'altronde anche ora potrete vedere poco sotto 

AVVERTENZA!!! AVVERTENZA!!! AVVERTENZA!!! AVVERTENZA!!! 

( attenzione per i più sensibile non guardatela fissa per più di 3 ore di fila che poi può darvi conseguenze fisiologiche e psichiche non sempre augurabili a se stessi e/o agli altrui esseri)






a parte la  premessa di cui sopra che altro dire ?

cosa si cela dietro una lacrima? che sentimento le fa scaturire più o meno spontaneamente dagli occhi ?

si sa le lacrime non sono tutte uguali differiscono tra loro anche a livello chimico a secondo  della ragione per cui vengono versate, quasi sempre sono collegate ad un sentimento sia esso più o meno profondo. possono essere lacrime di dolore, di gioia, di melanconia, di rabbia, nervose  etc e più è profonda la loro origine più è difficile bloccarle tanto che a volte il loro decorso sembra irrefrenabile, sembrerebbero essere uno sfogo che il corpo, l'animo umano ha per comunicare sentimenti ben precisi tra loro anche molto differenti, per liberarsi di fardelli fattesi troppo pesanti, per amplificare un qualcosa di già evidente , per sfogarsi di un qualcosa che ormai da troppo tempo teniamo dentro 

spesso sono contagiose , anche se non se ne capisce in maniera immediata il motivo scatenante , ad esempio succede che vedendo qualcuno piangere apparentemente di dolore ci venga da piangere anche a noi o almeno si senta il bisogno di alleviare il dolore di chi in quel momento piange aiutandolo come si può

cosa nasconde una lacrima ?
la risposta non può essere univoca . la risposta è legata al momento temporale. alla situazione , alla persona che la genera

in tutti i casi una lacrima specie se di origine emozionale svela una cosa .. che il nostro subconscio aldilà di tutte le maschere che uno può indossare nella vita di sempre  quando vuole non ha paura di mostrarsi e bene ....

************************************************************************************************************
ATTENZIONE !!!  ATTENZIONE !!!  ATTENZIONE !!!  ATTENZIONE !!!

la canzone che sentite non proviene dall' "ADE" ma dal player sottostante, se vi da noia potete stopparla interagendo col comando apposito sennò sentitela tutta , il player la eseguirà un'unica volta , questo ogni volta che aprirete questo post o la pagina in cui questo post si trova



METALLORFOSI la mostra da non perdere nella cave storiche di Carrara

è iniziata il 17 Luglio e si protrarrà fino al 7 Agosto  la mostra METALLORFOSI dell'artista Massese Andrea Romeo Pellegrini



la mostra si tiene in una cava storica di Carrara verrete portati li da un bus navetta dopodiché entrerete in un pezzo di storia Toscana . certamente verrete ammaliati dai luoghi che vedrete, quegli enormi ambienti una volta pieni di marmo ed oggi stanze della memoria , Museo naturale, è all'interno degli ambienti della cava che troverete la mostra di Andrea Romeo Pellegrini " Metallorfosi ", posizionati in più luoghi illuminati da luci ad Hoc ammirerete  le creature che l'artista crea partendo da pezzi di recupero, oggetti considerati dai più non utilizzabili e quindi buttati via per sempre e che però nella visione dell'artista ritrovano vita splendendo come mai prima abbiano fatto

creature fantastiche , semimitologiche frutto di fantasia viva e studio delle forme, a volte simpatiche altre oscure , sempre sorprendenti

c'è una domanda che il visitatore si pone " cosa aspettano le persone a venir qui ?" e lo fanno per ottime ragioni , oltretutto all'interno degli ambienti che andrete a visitare la temperatura è pressapoco pari a diciotto gradi ed ogni tanto nel terreno è presente acqua pura di fonte praticamente di questi tempi da caldo TORRIDO un toccasana di nulla!!!!

insomma l'invito e il consiglio è di andare alla mostra ed in quei luoghi, ne trarrete sicuro giovamento sia nel fisico che nella mente e una volta tornati alle basi di sempre vorrete tornare .....

parola di A.P.




















METALLORFOSI. Il bestiario di Andrea Romeo Pellegrini

Carrara, 17 luglio – 7 agosto 2015.
Cava Museo Fantiscritti – Galleria Ravaccione
Piazzale Fantiscritti, 84 – Miseglia, Carrara (MS)

presentazione dell'evento a cura di Anne Lepoittevin

Come bambini, si è detto che in origine agli artisti sia bastato osservare la natura per scorgere nelle nuvole in movimento e nel fango essicato al sole le prime forme d'arte. 
Spesso ci spiegano ancora così la genesi di un'opera, ready-made di madre natura. Ed è così che Andrea Romeo Pellegrini presenta la sua maniera di scultore. Solo che la natura è progredita e la natura che l'artista osserva sono oggetti di metallo, oggetti evoluti e gettati via, quelli che la società dei consumi scarta: bici e frigoriferi, lavatrici e computer, forni, rubinetti, ferri da stiro che non servono più. E nell'ammasso di vecchi oggetti cui più nessuno bada che lo scultore vede forme d'arte e pure belle. Nei corpi abbandonati delle cose scova il moto di animali in vita: l'uccellaccio-rubinetto, la medusa-ventilatore, l'insetto-forbicione, il pesce-biliardino, la bombola-lumaca. Con un solo sguardo possiamo scoprire la bestia viva e il ferro vecchio e cogliere le varie e minime pose dei pezzi di metallo in metamorfosi.

Perché è a un fantastico bestiario che A. R. Pellegrini riesce a dare vita: pesci preistorici, struzzi alteri, rinoceronti in lega bombata di marmitta, un trapanaccio rovesciato per il cerbiatto più leggero, e tutto un brulicare di ciarpame a becco spalancato... Nelle sue opere è possibile incontrare veri e propri personaggi. Come nelle fiabe, il coniglio è curioso, la rana è chiacchierona e... via discorrendo. Ma le creature di A. R. Pellegrini non si accontentano, come spesso nella scultura animaliera, di essere ornamentali o solo fedeli al vero. Esse rivelano una bellezza delle forme in sé, siano schiacciate o a tutto tondo. Una bellezza che si avvale della materialità più concreta e gioca sui contrasti di forme, del peso, dello spessore, del colore, della consistenza delle cose, delle sensazioni visive e tattili che suscitano in chi vi s'imbatte.

La mostra riunisce opere di grandi dimensioni in un luogo carico di storia e insieme fuori dal tempo: a Carrara, emblema della scultura italiana da millenni; a Fantiscritti, nella cava in galleria scavata nel cuore della montagna. Le opere sono esposte in parte nella « cattedrale » naturale della cava Ravaccione Marmotour e in parte nel museo del marmo di Walter Danesi consacrato alla storia della vita in cava e del lavoro della materia. 
Esposte direttamente sulle pareti di marmo non lavorato, le bestie di metallo danno vita a un dialogo inedito tra i diversi materiali e le diverse tecniche della tradizione scultorea. Con le loro espressioni stupite, da fossili, o la loro leggerezza preistorica, pronta a mordere, le creature di A. R. Pellegrini sembrano abitare dalla notte dei tempi la montagna, prima degli scavi e dell'inizio dell'arte statuaria.

Anne Lepoittevin (Storica della scultura, Università di Borgogna) 
Luciano Fusco (Università di Caen)

breve biografia dell'artista

Andrea Romeo Pellegrini è nato nel 1959 e lavora in Toscana, a Massa e a Seravezza (Versilia), vicino alle cave di marmo bianco. Ha già presentato le sue opere in numerose mostre. E’ attualmente in mostra alla prima Biennale Internazionale d’Arte Contemporanea della Versilia (Massarosa (LU), Villa Gori, 4-19 luglio).





************************************************************************
link utili

https://www.facebook.com/cavedimarmocarrara
http://www.marmotour.com/index.php?id=info-contatti
http://www.worldeventer.com/event/a-r-pellegrini-inaugurazione-mostra,1633349376943518
http://www.turismo.intoscana.it/site/it/itinerario/Alla-scoperta-del-marmo-di-Carrara/


STORIELLE DAL WEB - LUGLIO 2015

storielle con morale o pensierino finale 

le 3 ragioni per essere comunque Felici  ( Storiella cinese ) 


Ci sono tre ragioni nella giornata per essere felici e sorridere.

La prima ragione è quando mi sveglio,
perché ho tutta una giornata davanti a me
per fare bene tutto ciò che non ho potuto fare ieri
e quindi sono felice.

La seconda ragione è a mezza giornata,
perché, se non sono riuscito a fare molto,
ho ancora davanti a me una mezza giornata per migliorare
e me ne rallegro.

La terza ragione è alla sera,
perché la giornata è finita :
se è andata bene sono felice,
se invece è andata male sono felice che sia finita.


********************************************************************
PRETESE

Un macellaio stava lavorando nel suo negozio e si sorprese quando vide entrare un cane. Lo cacciò ma il cane tornò subito.
Cercò quindi di mandarlo via, ancora ma si rese conto che il cane aveva un foglio in bocca.

Prese dunque il foglio e lo lesse:

" Mi potrebbe mandare 12 salsicce e tre bistecche di manzo per favore? "

Il macellaio notò pure che il cane aveva in bocca un biglietto da 50 euro.

Così prese le salsicce e le bistecche e le mise insieme in una borsa che mise nella bocca del cane.

Il macellaio rimase molto colpito e, siccome, era già ora di chiudere il negozio,decise di seguire il cane che stava scendendo la strada con la borsa tra i denti.

Quando il cane arrivò ad un incrocio, lasciò la borsa sul marciapiede, si alzò sulle zampe posteriori e con una delle anteriori schiacciò il bottone dei pedoni per cambiare il segnale del semaforo.

Prese di nuovo la borsa ed aspettò pazientemente che il semaforo desse il via ai pedoni.

Allora attraversò la strada e camminò fino ad una fermata del bus, mentre il macellaio stupefatto lo seguiva da vicino.

Alla fermata il cane guardò verso la mappa delle rotte e degli orari e si sedette sul marciapiede ad aspettare il suo bus.

Arrivò uno che non era il suo, ed il cane non si mosse.

Arrivò dunque un altro bus ed il cane dopo aver visto che era quello giusto, salì dalla porta posteriore, affinché il conduttore non lo potesse vedere.

Il macellaio, a bocca aperta, lo seguì.

All'improvviso il cane si alzò sulle zampe posteriori e toccò il campanello della fermata, sempre con la borsa tra i denti.

Quando il bus si fermò, il cane scese, ed anche il macellaio, ed entrambi camminarono per la strada finché il cane si fermò a una casa.

Posò la borsa sul marciapiede, e riprendo la rincorsa, si lanciò contro la porta.

Ripeté l'azione diverse volte, ma nessuno gli aprì la porta.

Allora il cane fece il giro della casa, saltò un recinto, si avvicinò ad una finestra e, con la testa, colpì diverse volte il vetro.

Ritornò alla porta, che si aprì e comparse un uomo che cominciò a picchiare il cane.

Il macellaio corse verso l'uomo e gridò:

" Santo cielo, che cosa sta facendo? Il suo cane é un genio!

L'uomo irritato rispose:

" Un genio??? Questa é la seconda volta nella settimana che questo stupido dimentica le chiavi!!! "


Morale: PUOI SEMPRE SUPERARE LE ASPETTATIVE MA DAVANTI AGLI OCCHI DEL TUO CAPO SARAI SEMPRE AL DI SOTTO DELLE SUE ATTESE!!!
***********************************************************************
Perchè ci vogliono le regole in una societa' civile.


C’era una volta un complesso di sette strumenti musicali: erano un pianoforte, un violino, una chitarra classica, un flauto, un sassofono, una cornetta e una batteria.

Vivevano nella medesima stanza, ma non andavano d’accordo. Erano così orgogliosi che ognuno pensava di essere il re degli strumenti e di non aver bisogno degli altri. Non solo, ma ciascuno voleva suonare le melodie che aveva nel cuore e non accettava di eseguire uno spartito. Tutti ritenevano ciò una imposizione intollerabile che violava la loro libertà di espressione.

Quando al mattino si svegliavano ognuno cominciava a suonare liberamente le proprie melodie e per superare gli altri usava i toni più forti e violenti. Risultato: un inferno di caotici rumori.

Una notte capitò che la batteria non riuscisse a chiudere occhio per il nervoso. Per passare il tempo cominciò a scatenarsi con le sue percussioni. Fu la goccia che fece traboccare il vaso. Per la prima volta tutti gli strumenti si trovarono d’accordo su una cosa: la decisione di andare ognuno per conto suo.

Stavano per uscire quando alla porta bussò una bacchetta con uno spartito in cerca di strumenti da dirigere.

Parlando con garbo e diplomazia chiese loro di fare una nuova esperienza, quella di suonare ognuno secondo la propria natura, ma con note, ritmi e tempi armonizzati.

“Con un occhio guardate lo spartito, con l’altro i miei cenni, dopo che avrò dato il via, disse la bacchetta”.

Un po’ perché erano molto stanchi del caos in cui vivevano, un po’ per la curiosità di fare una nuova esperienza, accettarono.

Si misero a suonare con passione dando ognuno il meglio di se stesso e con una obbedienza totale alla bacchetta… magica.

A mano a mano che andavano avanti si ascoltavano l’un l’altro con grande piacere. Quando la bacchetta fece il cenno della fine un’immensa felicità riempiva il loro cuore: avevano eseguito il famoso Inno alla gioia di Beethoven.


Cosa mi dice questa storia :

L'essere umano non e' nato per vivere da solo, dunque per vivere in una comunita' sono importantissime le regole che comportano diritti e doveri. La liberta' assoluta non puo' che andare a ledere la liberta' degli altri, per cui e' necessario trovare dei compromessi affinche' si rispettino gli altri ed al tempo stesso gli altri rispettino noi,

Da qui l'importanza dell'insegnamento dell'educazione civica, sin dai primi mesi di vita da parte dei genitori , della scuola e della comunita'.

Chi urla forte pretendendo i propri diritti in genere e' proprio chi i diritti degli altri li calpesta, accecato dal proprio IO nemmeno se ne rende conto...

Come chi racconta tutto fiero che la fa in barba allo stato evadendo, non si rende conto che lo stato sono gli altri ed arreca loro danni, magari al proprio vicino che tanto gli e' simpatico e che non riesce a tirare a fine mese ma paga fino all'ultimo soldo le proprio tasse.

O come chi si aggrappa alla liberta' di espressione infangando altre persone e segnandole per la vita, pur risultando esse innocenti...

E chi tiene alto il volume della televisione o dello stereo, sbatte le sedie, urla a tutte e ore del giorno, che succederebbe se il vicino facesse come lui? e se tutti i condomini lo facessero?

Insomma, non pensiamo sempre col nostro ego, ma proviamo a metterci sempre dall'altra parte e vedere se saremmo felici che qualcuno ci faccia quello che noi stiamo facendo.
**********************************************************************************************


domenica 19 luglio 2015

TERMINATOR GENISYS un film imperdibile ( comunque sia )






Terminator Genisys è diretto da Alan Taylor e interpretato da Arnold Schwarzenegger, Emilia Clarke, Jason Clarke, Jai Courtney, John Boyega, Byung-hun Lee, Michael Gladis, Sandrine Holt, Dayo Okeniyi, Aaron V. Williamson, Matt Smith, Douglas Smith. 

Nei cinema USA dal 1° luglio 2015, mentre in Italia dal 9 luglio 2015.




Trama:

2029 la guerra tra umani capeggiati da John Connor, e robot continua senza tregua. Ma John comincia ad avere la sensazione che la guerra stia volgendo a favore dei robot, infatti ha scoperto che questi ultimi sono riusciti a effettuare dei viaggi nel tempo. Grazie alle sue spieè venuto a conoscenza che il progetto dei robot è quello di inviare un Terminator nel passato per uccidere sua madre, Sarah Connor, prima del suo concepimento. Kyle si offre volontario per cercare di proteggere Sarah, e bloccare il Terminator. Ma quando Kyle arriva nel passato scopre che la storia sta prendendo una piega diversa da come gli aveva raccontato John. Kyle scopre che Sarah è sotto la protezione di un Terminator (Schwarzenegger), programmato per proteggerla e addestrarla ad affrontare le dure prove che l’attendono. Come dovrà comportarsi adesso?
Sito ufficiale:terminatorgenisys.it
Pagina Facebook:www.facebook.com/TerminatorGenisys.IT

la domanda è  " merita la visone e i soldi spesi ? "

la risposta è,
 non sara un film epocale , non darà una risposta definitiva agli enigmi irrisolti della saga, non stupirà con incredibili effetti speciali ma alla fine non deluderà

 Arnold porta avanti il suo terminator versione PAPA' di Sara Connors fino alla fine facendo sembrare che la sua missione, ovvero il proteggere SAra contro tutto e tutti, si avvicini sempre più ad un sentimento simil umano. quasi Padre/figlia e lo stesso sentimento sarebbe provato, in maniera certamente più umana e credibile, dalla stessa Sara.

il film riavvolge tutte le trame finora svelate e le ricollega tra loro cercando di darne una logica finale quanto più risolutiva e credibile, così dopo un breve antefatto si riparte da dove tutto era iniziato, dall' arrivo del primo Terminator, che stavolta avrà breve vita , per arrivare al terminator evoluto e quindi al fulcro della serie quel John Connors figlio di Sara e futuro distruttore di quello che skynet diventerà., stavolta il problema sara proprio lui visto che skynet avendolo individuato come problema irrisolvibile si fonderà fisicamente ed a livello genetico con lui  come andrà a finire lo saprete solo andando a vedere il film vi dico solo che alla fine farete una sana risata e rimarrete soddisfatti per quanto riguarda la sorte del Terminator buono quello che Sara chiama PAPà

 n.b.
certo il sentimento di ammirazione/Phatos  e le domande che il primo film capotistite della serie faceva porre sono minori, probabilmente la piccola svolta commedistica risultrà leggermente inaspettata  ma comunque sia il film merita di essere visto a prescindere e difatti io l'ho visto .....


**************************************************************************************************************

Ant-MAN sta arrivando

i veri fan dei supereroi conoscono benissimo il nome di Henry Pym l'identità segreta di Ant man un supereroe minore dell'universo Marvel ideato da Stan Lee e Jack Kirby. il personaggio apparse nel 1962 ed è uno dei membri fondatori dei VENDICATORI ( THE AVENGERS ) assieme a sua moglie la superoina  nomata WASp, identità segreta di Janet Van Dyne , tra l'altro fu proprio Wasp a dare il nome di " VENDICATORI " al supergruppo da poco creatosi

Henry Pym oltre ad Ant-man divenne Giant- man un supereroe che , al contrario di Antman e sempre dietro l'effetto si un siero da lui inventato,  diventava un gigante superforzuto e " Calabrone " altro supereroe molto simile a WAsp 

col tempo poi HEnry si ritirò dal mondo dei superoi ma Ant.man constinuò ad esistere , altre persone presero il ruolo che fu di HENRY 

nel Film vedremo il scondo ANT.MAN fumettistico , egli riceverà i poteri etc proprio dal primo Ant,man ma vediamone la trama in breve

TRAMA UFFICIALE


Il nuovo capitolo dell’Universo Cinematografico Marvel presenta Ant-Man, il nuovo film dei Marvel Studios, che porta per la prima volta sul grande schermo uno dei personaggi originali più noti dei Marvel Comics apparso fin dalle origini nel gruppo degli Avengers. Dotato della strabiliante capacità di rimpicciolirsi e al contempo accrescere la propria forza, il ladro provetto Scott Lang dovrà ricorrere alle sue doti eroiche per aiutare il suo mentore Dr. Hank Pym a proteggere il suo spettacolare costume di Ant-Man da nuove, terribili minacce. Esposti a ostacoli apparentemente insormontabili, Pym e Lang dovranno pianificare un colpo che salverà il mondo.











***************************************************************************************************
manca poco .....






*****************************************************************************************************
a questo manca di più



ma tanto a Novembre c'è




sabato 11 luglio 2015

del POP ? - e qualche video degli ACDC ad IMOLA?








non succede tutti i giorni che gli "  U2 " invitino un fan sul palco e gli faccino suonare la chitarra in un brano del loro concerto



*****************************************************************************
ACDC ad IMOLA







AC/DC, la scaletta del concerto di Imola
Rock or Bust
Shoot to Thrill
Hell Ain’t a Bad Place to Be
Back in Black
Play Ball
Dirty Deeds Done Dirt Cheap
Thunderstruck
High Voltage
Rock ‘n’ Roll Train
Hells Bells
Baptism by Fire
You Shook Me All Night Long
Sin City
Shot Down in Flames
Have a Drink on Me
T.N.T.
Whole Lotta Rosie
Let There Be Rock

Bis:
Highway to Hell

For Those About to Rock (We Salute You)

etc etc . ...... o semmai come vedete dalla lista sopra questa non l'han messa e nemmeno fatta  

giovedì 9 luglio 2015

è tempo di ZANZARE perché quindi non fargli la festa ?

eccoci!!!!!,  come ogni Estate che si rispetti son tornate le ZANZARE, certo non lo speravamo e neanche lo pregavamo  consci che comunque sia qualsiasi cosa avessimo fatto sarebbero comunque arrivate, da alcuni anni poi alle nostre amabili zanzare di sempre si sono aggiunte le ancor più fastidiose zanzare tigre e forse qualche altra specie fatto sta che di qualsiasi tipo sia la Zanzara che ci rompe le scatole oltre a succhiarci il sangue da noi è comunque ,malvista , combattuta e possibilmente elimimata per sempre
ma andiamo a vedere il perché di questo odio verso un insetto si piccolo! ) 
'st'animaletto ci sveglia nei pochi momenti in cui finalmente riusciamo malgrado il caldo etc finalmente a dormire e quindi a riposare per davvero e lo fa non pungendoci e quindi succiandoci il sangue ma attraverso il ronzio che emette sbattendo le ali , sì, intendiamo proprio quello ZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZZ che ci circola attorno magari proprio vicino all'orecchio in special modo nelle ore notturne svegliandoci proprio poco dopo l'inizio del meritato riposo,, minandoci così la poca pazienza rimasta , spingendosi ad autoschiaffeggiarsi, a dare manate in qua e nà a rivoltarsi più e più volte nel letto fino a darci la forza ( e questo ha in se dell'incredibile ) di alzarsi, accendere la luce e iniziare una battaglia tesa all'estinguimento finale de nemico che in tal caso è quel piccolo insetto nomato ZANZARA

certo per limitarne e eliminarne quasi totalmente la loro presenza in casa esistono varie soluzioni  . la più usata. sicura e priva di danni a chicchessia sono le zanzariere poste ad ogni finestra, porta ed accessi vari della casa,  ormai ne esistono di tutti i tipi e di  tutte le misure e anche di tutti i prezzi,  quindi primariamente bisognerebbe dotare la propria casa di tale accessorio

poi ci sono i vari sistemi inventati dalla chimica , gli zampironi i vari spray etc etc, esistono poi piante che messe attorno all'abitazione con il loro odore terrebbero lontano svariati tipi d'insetto, oppure spray  da spruzzarsi addosso etc, non male sarebbe anche mettere qualche casetta per pipistrelli nell'alto dei tetti della casa considerando che ogni singolo pipistrello arriva a mangiare 1000 e più zanzare od insetti al giorno.etc etc 

utile in tutti i casi è non creare zone con ristagni d'acqua nei pressi dell'abitazioni,tipo sottovasi etc questo perché le zanzare posano le loro uova o larve nell'acqua nei soottovasi ad esempio è utile mettere della graniglia di sasso che vadi a sopraecedere il bordo del sottovaso stesso anche se c'è da dire che la zanzara tigre usa per anche are uova e larve nel terreno umido

insomma i fondamentali per liberarsi d i questo fastidioso insetto ci sono e in svariate modalità. 

sul web si trovano naturalmente molti siti , immagini, video etc che trattano l'argomento , tra i tanti abbiamo fatto una piccola cernita di quelli forse più interessanti e comunque di quelli che a noi ci sono apparso cos' o almeno di quelli che nella breve ricerca da noi effettuata abbiamo letto_; sotto ne troverete alcuni chissà , tra loro magari ce ne sarà qualcuno che vi spingerà a muovere il culo e darsi da fare per provarlo

bene questo è tutto un saluto e alla prossima
***************************************************************************
materiale proveniente dl WEB

TRAPPOLA ECOLOGICA PER ZANZARE !!!

Un metodo naturale a costo zero per liberare il giardino dalle zanzare.

Si tratta di una trappola micidiale costituita da una bacinella, possibilmente nera, riempita d'acqua addizionata a mezza cucchiaiata di olio, anche fritto: un impiego da aggiungere agli altri modi in cui è possibile riciclare l'olio di cucina.

La bacinella attira e intrappola le zanzare per mesi, in un raggio di 15-20 metri. Il video dice di aggiungere all'acqua anche mezza cucchiaiata di sgrassante. Alcuni dei commentatori su Youtube asseriscono che in realtà non serve.Ammesso e non concesso che ci voglia davvero, cos'è mezza cucchiaiata di sgrassante in molti mesi rispetto alla gran quantità di prodotti chimici "ad hoc" necessari, 
nello stesso lasso di tempo, per allontanare le zanzare dal giardino
Bisogna mettere la bacinella vicino a una fonte di illuminazione, o in una posizione tale che vi si rifletta la luce della luna. Le zanzare, che depongono le uova nell'acqua, ci finiscono dentro: la pellicola superficiale di olio però impedisce che volino via e che le larve si sviluppino.

E in casa? La trappola ecologica per zanzare si costruisce con una bottiglia di plastica, acqua, zucchero e lievito di birra. In giardino le trappole ecologiche per vespe, mosche e calabroni si costruiscono sempre a partire dalle bottiglie di plastica, ma con esche diverse a seconda dell'insetto-bersaglio.


****************************************************************

Come si fa in casa l'antizanzare naturale

********************************************************************
L'acchiappa zanzare



**************************************************

k

Per puro caso qualche anno fa ho scoperto un rimedio sorprendentemente efficace allo scopo: quante volte vi sarà capitato di tentare di "spiaccicare" al muro una odiosissima zanzara, senza riuscirci?

Le immagini sono eloquenti: sgrassatore universale, e passa la paura. Altro che tradizionali spray velenosi e che impediscono di dormire nella stanza in cui vengono usati!!! ;-)

Un rimedio efficace e che di fatto non sporca, sia se colpite le zanzare sulle pareti che se riuscite ad investirle dalla "nuvoletta" di sgrassatore nebulizzato mentre volano: basta vedere il risultato alla base del davanzale!!!! ;-)

******************
Catambra - Presentazione della pianta antizanzare


************************************************************************************************

un post senza pretese ovvero MAGAZINE SPECIALE GIUGNO 2016

Amy



esce nei cinema il film/documentario/biografico sul' artista Amy Winehouse tristemente scomparsa nel 2011; da noi arriverà a Settembre 2015 mentre in alcuni paesi è già uscito




Amy Winehouse - Glastonbury 2007 





il vedere queste immagini fa pensare che certe stelle forse brillano talmente tanto  da arrivare ad autodistruggersi e lascian dietro se una scia di lunga durata a base ammirazione, tristezza , sensi di colpa etc etc

alla fine Amy cos'era se non una ragazza in cerca di felicità , di una tranquillità interiore che purtroppo non ha mai raggiunto ..


*************************************************************************************************************************

X-FILES . RITORNA IN TV MA TRA UN PO però ---



************************************************************************************************

LA FINE DI JOHN SNOW SEMBREREBBE  DEFINITIVA -



nell'ultima puntata della fiction targata HBO si vede chiaramente John morente colpito dai suoi stessi sottoposti con svariate pugnalate in perfetto stile " morte di Giulio Cesare ":  a parte le illazioni riguardo il fumo rilasciato dal suo sangue, fatto che svelerebbe a che casata fosse appartenuta sua madre , ciò metterebbe per sempre fine al personaggio che scomparirebbe quindi  per sempre dalla serie. ora la domanda è  " di qui in poi il suo filone narrativo da chi verrà sostituito ? "

tra i fan della serie l'ipotesi che va per la maggiore vorrebbe che John fosse un mutaforma proprio come il fratellastro e che nel momento del trapasso si fosse trasferito nel corpo di Spettro  metalupo a lui legato intimamenmte , queste supposizione hanno dalla sua 2 cose tratte dalla versione della storia presente nel libro,  una in cui Melisandre dopo una visione direbbe rivolta  a John in forma astratta "  prima è un uomo , poi un lupo e quindi di nuovo un uomo " ma più a favore della suggestiva ipotesi sarebbe la parola che JOHN pronuncia prima di spirare ... " SPETTRO " .. è si proprio il nome del suo matalupo,, mha!,  
fatto sta che la verità si saprà solo il prossimo anno quando l'autore del libro George M.M. Martin la diffonderà a voce o attraverso il suo libro
....anche se poi come spesso è già accaduto ultimamente la serie  tv si va discostando sempre più da quanto il libro riporta e quindi ...
**************************************************************
Nicole Scherzinger canta If I Loved You e per noi cambia poco


mah!,la cantata sarà anche una bella cantata ma di questi tempi in cui la sonnolenza aumenta a limiti vertiginosi forse occorrerebbero musiche un po più veloci tipo




oppure più POTENTI



o magari il riascolto di un must storico della musica mondiale, che sò ad esempio  di ....


voi che ne dite ? ************************************************************************************************

GRECIA EXIT O NON EXIT ?




- premesso che i trattati firmati dai paesi facenti parti non prevedono l'uscita di un qualsivoglia paese in nessun caso 

- premesso che la Grecia è entrata in Europa barando ovverosia in maniera truffaldina truccando la realtà dei suoi conti ( il suo deficit era al 12% e non al 5 % come chi la governava al tempo dichiarava )

- premesso che chi doveva controllare i dati forniti dai vari paesi al pari della Grecia ha agito in maniera poco seria ( nella migliore delle ipotesi ) non controllando a fondo le varie documentazioni tanto che si arriva a pensare che anche loro siano parti marce del sistema, che sò, magari riscossori di mazzette ricevute sottotraccia, o semplici dipendenti a cui alla fine l'unica cosa che davvero interessa è lo stipendio a fine mese etc etc 

resta da decidere cosa fare , certo la Grecia è curiosa, discute su tutti i trattati pregressi, .da dello sfruttatore a chi gli ha prestato i soldi da lei stessa chiesti e presi, del terrorista a non si sa bene chi e via via così discorrendo e poi cosa fa?, richiede altri soldi agli stessi che poco prima denunciava come burocrati incapaci di capire il mondo che verrà etc etc

ora da parte di un paese così orgoglioso come la Grecia stessa dice di essere ci si aspetterebbe un atto di orgoglio un azione di riscatto gestita in proprio e non l'ennesima richiesta di soldi seguita da promesse di future e più affrontabili ricette atte a portare il paese nei tempi richiesti in terreni più solidi , ammettendo il fatto che si facesse ciò il tema è un'altro ed è il rispondere alla domanda del perché un paese debba essere trattato in maniera differente da tutti gli altri facenti parte della comunità , il fatto è che le regole son regole ed in una comunità gestita da regole ben precise dette regole vanno rispettate da tutti ed inoltre devono essere uguali per tutti , quindi ben vengano misure atte a trovare una soluzione al problema ma che siano misure poi applicate a tutti nessuno escluso e ciò per un criterio di uguaglianza e parità che è prioritario e alla base di qualsiasi accordo ovvero,  bene aiutare chi ha più bisogno a patto che ciò valga e venga fatto sempre e comunque a prescindere dal paese che al momento richieda assistenza . ovverossia anche se in presenza di un manovra da considerare " una tantum " la stessa venga ripetuta ogni qualvolta la stessa problematica si presenti a chicchessia 



insomma la Grecia alla fine dovrebbe dapprima pensare da se a salvarsi  da seconda in caso di aiuti dovrebbe essere grata degli aiuti ricevuti mentre chi gli aiuti li dà dovrebbe ragionare e capire bene cosa significhi la parola " AIUTO " e agire di conseguenza senza pensare come a volte vien da pensare di lucrarci sopra per forza e sempre . 

poi c'è anche la possibilità chiamata " AGGRATIS " in cui uno o più soggetti forniscono gratuitamente aiuti a chi secondo loro ne ha di bisogno, bene  questa modalità usata spesso epr paesi del terzo mondo ancora non è stata usata e comunque nel caso non dovrebbe essre tanto pubblicizzata , semplicemente fatta e stop lì







leggi anche 

http://intermarketandmore.finanza.com/macroeconomia-e-oro-grecia-in-default-e-oro-che-non-riparte-come-mai-72910.html

e comunque sia sembra che ora tocchi ai paesi Asiatici subire il trattamento finora rivolto all'Europa avete sentito nulla della crisi delle borse Asiatiche , dell'intervento della Cina etc ?
**********************************************************************************************************************************

i post degli altri ****  i post degli altri ****  i post degli altri ****  

rubrica a cura di I.O. in cui compariranno articoli , foto, pensieri etc etc provenienti da altri blog. 
detti post per avere l'onore di venir inseriti in questa rubrica devono essere esaurienti, trattare i temi affrontati con conoscenza di quello che si tratta e soprattutto attirare l'attenzione del mitico Angià di Pallevizze l'unico che volendo potrebbe cancellare , distruggere etc i vari post presenti in questo blog come e quando gli pare sempre che ne abbia voglia e questa è già di per se cosa rara
------------------------------------------------------------------------------------- Monsanto prima uccide le api e poi vende le api robot per impollinare i campi OGM

gli impollinatori svolgono un ruolo fondamentale nella riproduzione sessuale delle piante. Quando mangiate una mandorla, una barbabietola, un’anguria o anche quando bevete il vostro caffè, state degustando il frutto dell’antico rapporto tra fiori e animali impollinatori.

Purtroppo, dagli anni novanta, la salute delle api, in tutto il mondo, è stata in pericolo anche grazie all’incremento dei punti di prova di nuovi pesticidi tossici, creati da aziende come Shell e Bayer fra le altre. A questi problemi di contaminazione si deve anche aggiungere che, per colpa della sempre maggiore diffusione degli OGM monocultivo, creati nei laboratori di aziende biotech come Monsanto, la perdita di biodiversità genetica ha causato non pochi problemi alle piccole api.

Però non c’è da preoccuparsi, gli impollinatori comunemente conosciuti, gli uccelli e le api,  presto potrebbero essere irrilevanti per le esigenze alimentari della civiltà. Infatti Robotica Harvard sta sviluppando una soluzione alla crisi: sciami di piccoleapi robot, costruite in titanio e plastica che possono impollinare le ciclopiche distese di colture OGM.

 Il laboratorio di microrobotica di Harvard ha lavorato sul suo progetto di veicoli Micro Air dall’inizio del 2009. Attingendo alle conoscenze sviluppate in tema di biomeccanica e studiando l’organizzazione sociale delle api, il team di ricercatori sta costruendo piccoli robots alati adatti a volare di fiore in fiore, immunialle tossine gocciolante dai petali dei fiori, per diffonderne il polline. Gli scienziati credono anche che presto saranno in grado di programmare leapi robotizzate per vivere in un alveare artificiale, coordinandone differenti  algoritmi per poter comunicare tra di loro sui diversi metodi di impollinazione e la posizione di particolari colture.



Naturalmente, i rapporti pubblicati dal laboratorio descrivono anche potenziali usi militari, come sorveglianza e mappatura, però le piccole api robot non sono ancora state dotate di pungiglioni retrattili provvisti di neurotossina.

Fonte : http://earthfirstnews.wordpress.com/2013/04/08/robotic-bees-to-pollinate-monsanto-crops/

http://www.dionidream.com/api-robotizzate-usate-per-impollinare-le-coltivazioni-di-monsanto/


http://terra2000.altervista.org/monsanto-prima-uccide-le-api-e-poi-vende-le-api-robot-per-impollinare-i-campi-ogm/
----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Scienziati russi stanno costruendo la “Torre di Tesla”. Ecco cosa ci aspetta



Due fisici russi provenienti dalla Siberia hanno raccolto pubblicamente dei fondi lo scorso agosto per completare l’ambizioso progetto di Nikola Tesla di trasmettere energia senza fili in tutto il pianeta.
Secondo i fisici russi Sergey Plekhanov e Leonid Plekhanov, la versione moderna di Wardenclyffe Tower, conosciuta anche come ‘il trasmettitore planetario’, permetterà di trasmettere energia a qualsiasi distanza del pianeta attraverso l’utilizzo combinato di panneli solari e una versione “aggiornata” del progetto di Tesla.

Nonostante la grandissima importanza dei suoi studi, questo genio della scienza non ha mai avuto il giusto riconoscimento, se non tardivo e comunque mai esteso. Il suo nome, Nikola Tesla è ignoto ai più, eppure è grazie a lui se la tecnologia si è potuta sviluppare. A fine articolo ci sono dei link per approfondire la sua storia incredibile, fatta di scoperte mai potute realizzare e confisca di tutti i suoi brevetti da parte dell’FBI.




Tesla aveva ragione e siamo pronti a dimostrarlo!” dicono i fisici. Nikola Tesla, che era arrivato molto vicino a realizzare questa scoperta senza precedenti, credeva che la torre sarebbe stata in grado di trasmettere energia senza fili in tutto il pianeta attraverso la Ionosfera.
I due fisici russi pensano che Tesla avesse ragione e dopo uno studio approfondito della progettazione della torre, il sistema potrebbe fornire un efficace metodo di distribuzione e trasmissione in tutto il mondo, in modo da ottenere energia pulita. Leonid e Sergey Plekhanov, laureati all’Istituto di Fisica e Tecnologia di Mosca, hanno trascorso gli ultimi cinque anni a studiare e modellare gli appunti ed i brevetti di Tesla per la torre e sono fiduciosi che il progetto possa essere attuabile con i materiali e la tecnologia di oggi.


Il principio alla base del design attuale è che abbiamo una fonte illimitata di tutta l’energia di cui abbiamo bisogno: il sole. Un pannello solare 316 Km x 316 Km (100.000 chilometri quadrati) da qualche parte nel deserto vicino all’equatore potrebbe coprire tutte le esigenze energetiche del mondo. Il problema dei governi attuale sta nella distribuzione di questa energia, dal momento che i sistemi attuali hanno molte perdite.

Il sistema della torre proposto da Tesla è stato progettato per sfruttare la conduttività della terra stessa, la trasmissione di energia attraverso la terra e la ionosfera con uno spreco quasi nullo. Mentre la torre originale di Tesla, costruita nel Long Island, pesava 60 tonnellate, il piano dei Plekhanov sarebbe quello di costruire un prototipo di solamente due tonnellate grazie ai progressi nei materiali. La bobina di Tesla (un tipo di trasformatore risonante brevettata dallo scienziato nel 1891), sarà lunga circa 20 metri.

I fratelli Plekhanov affermano che solo la verifica sperimentale della teoria proverà definitivamente la validità dell’idea originale. Dalla loro parte c’è che il modello fisico proposto da Tesla è già stato confermato da una “simulazione numerica in software Ansoft HFSS.”

Il sito dei ricercatori http://globalenergytransmission.com/index.php/en/

Tratto da: http://www.dionidream.com/scienziati-russi-stanno-costruendo-la-torre-di-tesla/
*****************************************************************************************************
IMMAGINI DAL WEB




**************************************************************************************************
Ecco l' auto solare  che produce più energia di quanta ne usa



si chiama stella lux ed è stata costruita da un team di 22 studenti Olandesi porta 4 passeggeri ed ha un autonomia di ben 600 chilometri e ha breve riceverà l'ok per girare su comuni strade al pari di qualsiasi altra macchina





http://www.solarteameindhoven.nl/stella-lux/

la stella lux non è certo l'unico modello di auto solare al mondo . altri ne hanno costruito modelli funzionanti tra i tanti ad esempio c'è quella costruita da uno studente Cinese di diciannove anni costata 1.800 euro



pur essendo solo  un prototipo può raggiungere   una velocità di 70 km/h. ed in caso di pioggia/ cielo coperto a casi simili al limite per ricaricare le batterie basta una semplice presa da 220 volt.

http://www.edisonpulse.it/news/lauto-energia-solare-inventata-da-uno-studente

le aspettative da parte del cittadino medio sono tante ma chissà se vedremo mai una macchina simile nei autosaloni etc , la storia ci insegna che alla fine non sempre ciò che conviene ai più viene messo in commercio anzi , ... spesso sono i vecchi sistemi a perdurare oltre il dovuto per interessi chiaramente economici e  di mantenimento di potere e posizioni di comando basta vedere  come sono progrediti e come  son state impiegate risorse in comparti in cui conveniva ( a chi produceva e vendeva in tutti  casi  ) riammodennarsi continuamente ( vedi computer, telefonia etc ) e fare un raffronto col mercato delle auto, mercato in cui solo da poco tempo si stanno affermando sempre più auto a carburante differente dalla benzina ,tipo metano. elettrico etc e qui mi fermo
******************************************************************************
la frase che scotta  del momento

ogni mattina un Italiano ( ma anche Greco, Francese , Spagnolo etc ) si alza e manda a fare in culo un politico a caso ( quelli che van per la maggiore sono i più potenti o quelli da più anni in voga )